Fano, blitz di Forza Nuova in Consiglio comunale: “Ci hanno negato la sala per una conferenza”

di 

14 marzo 2016

FANO – “Forza Nuova non si censura”. Questo il testo dei manifesti esposti da alcuni militanti in un blitz determinato ma pacifico effettuato durante il Consiglio comunale che si stava tenendo in via Nolfi. Una protesta contro il rifiuto da parte del sindaco Seri a concedere al movimento la medesima sala per una conferenza dal titolo “L’Europa tra terrorismo e Turchia”.

I militanti forzanovisti si sono tranquillamente accomodati nelle ultime file della sala, per poi alzarsi nel momento in cui Seri ha preso la parola e rivolgendo verso il Consiglio i manifesti tra lo stupore generale dei presenti. Allo stesso tempo sono stati distribuite le copie della lettera firmata dal sindaco e dal dirigente di Gabinetto Pietro Celani, in cui si notificavano al coordinatore regionale Davide Ditommaso le motivazioni del rifiuto, con soprascritto “Questa è democrazia? Vergogna!”

“Quando – afferma Davide Ditommaso in una nota stampa – ho inoltrato al sindaco la richiesta per la sala del Consiglio comunale per la data di venerdì 18 marzo immaginavo già che l’amministrazione avrebbe faziosamente trovato dei pretesti per non concederla, quindi il rifiuto non giunge inaspettato. Quello che stupisce sono le motivazioni del diniego, tra le quali che la conferenza rappresenterebbe un pericolo per l’ordine pubblico e il rimando ad una vera “perla democratica”, ovvero l’ordine del giorno del 17/11/2014 con la quale si vietano spazi pubblici a “forze politiche dichiaratamente razziste e xenofobe”. Con questi stravaganti pretesti l’amministrazione compie un atto doppiamente illegittimo, primo perché le valutazioni riguardanti problemi di ordine pubblico, peraltro assolutamente inesistenti, spettano esclusivamente alla Questura, secondo perché si arrogano il diritto di fare valutazioni politiche su un movimento come Forza Nuova, legalmente riconosciuto e legittimato a correre a tutte le tornate elettorali. Legittimato in base agli stessi principi democratici di cui gente come Seri e compagni amano riempirsi la bocca, ma di fatto seguono in base al proprio comodo”.

“Forza Nuova non si fa mettere il bavaglio da nessuno – continua il coordinatore – tanto meno da sindaci ideologizzati come Seri, per questo motivo abbiamo incaricato i legali del movimento di procedere nei confronti dell’amministrazione comunale, sarà un tribunale a giudicarne l’operato. Resta inteso che terremo ugualmente la conferenza programmata a Fano in una adeguata struttura, facendola però coincidere con la visita del segretario nazionale Roberto Fiore”.

“Nei prossimi giorni ufficializzeremo data e dettagli – conclude Ditommaso – Se volevano metterci a tacere otterranno il risultato opposto”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>