Carloni (Sinistra Unita) dice sì al referendum anti-trivelle: “La democrazia non è mai dannosa”

di 

24 marzo 2016

FANO – “Diciamo sì al referendum del 17 Aprile e invitiamo tante più persone è possibile ad andare a votare. Tecnicamente la domanda referendaria chiede se si è d’accordo ad abolire una parte di legge che permette le trivellazioni e le concessioni di ricerca “Per la durata di vita utile del giacimento”. In realtà questo referendum assume un significato molto più alto e simbolico. Votando sì (cioè decidendo di abrogare la parte di decreto legislativo 152 del 2006 in esame) si esprime la ferma volontà di cambiare la politica energetica del nostro Paese”.

Questo il pensiero di Filippo Carloni di Sinistra Unita Fano, che continua: “Il referendum costerà alla Stato italiano circa 400 milioni di euro, perché la maggioranza parlamentare non ha avuto la volontà politica di cambiare una legge che impedisce l’accorpamento della consultazione referendaria con altre elezioni, il cosiddetto Election day. Un grave errore da non perseverare disertando le urne. Come in tutti i referendum abrogativi, è essenziale raggiungere il quorum del 50% +1 degli aventi diritto al voto. Speriamo veramente che ci sia la più ampia convergenza possibile di tutte le forze politiche, sociali e anche di quella parte di economia pulita che è contro la rovina ambientale. Sinistra Unita Fano sta facendo e farà la sua parte per informare le persone dell’importanza di questo referendum”.

Conclusione: “Sinistra Unita Fano, insieme ad altri partiti, associazioni e liberi cittadini ha aderito al coordinamento regionale “Vota sì per fermare le trivelle”. Riteniamo che sia arrivato il momento di ripensare drasticamente alla politica energetica italiana e questo referendum può e deve essere il primo passo in questo senso. Un’energia basata quasi esclusivamente sugli idrocarburi fossili non è più sostenibile. Per cambiare, il 17 aprile al referendum bisogna votare sì”. Firmato Filippo Carloni di Sinistra Unita Fano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>