Urbino, Gabicce, San Lorenzo: tutte le proposte per Pasqua e dintorni

di 

24 marzo 2016

URBINO – Ecco le proposte pasquali a Urbino e Gabicce Mare.

A Urbino mostre, artigianato, antiquariato e giochi per il fine settimana di Pasqua 2016
Mostre mercato, artigianato artistico, antiquariato, giochi, musei aperti e mostre d’arte. Urbino ha preparato una serie di iniziative puntando ad accogliere al meglio i visitatori che arriveranno in città per il periodo  della Pasqua 2016.
Nel centro storico, sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 marzo, proporrà “Pasqua d’Artista“, dal mattino fino al tardo pomeriggio, ci saranno  oggetti dell’artigianato di qualità e l’antiquariato: una mostra mercato che si rivolge a un pubblico attento ed esigente.  E a decorare il centro storico, lungo il porticato del Collegio Raffaello, ci sarà una selezione delle opere del concorso “Uova d’Artista” che lo scorso anno era stato organizzato dall’Associazione Keramos,  con il supporto dell’Amministrazione Comunale.
Lunedì 28 marzo, giorno di Pasquetta, dalle 08.45, alla Fortezza Albornoz, l’Associazione Ludico Culturale “IDDU”, organizza dei laboratori e la “Caccia alle uova” , una caccia al tesoro che si rivolge a bambini con età 6-12 anni e ai loro genitori. La partecipazione costa 5 euro a bambino, e dà diritto a partecipare sia a laboratori di colorazione delle uova sode (dalle ore 09.00), che alla caccio alle uova (dalle ore 10.30). Al termine è prevista una premiazione. In  caso di maltempo la manifestazione si svolgerà nel Salone Raffaello (Collegio Raffaello – Piazza delle Repubblica). Informazioni: 347-5273.857.
Sempre lunedì 28, alle 17.30, nel Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica), il concerto dei Rossini Street Friends (ingresso libero) darà il via alla Celebrazioni Raffaellesche 2016, che come accade ogni anno, iniziano il 28 marzo e si concludono il 6 aprile.
Urbino propone una serie di mostre d’arte allestite in vari punti della città: nelle Sale del Castellare c’è l’ampia retrospettiva delle opere di Gianfranco Ferroni “Eretico allo specchio” (ingresso libero); nella Casa della Poesia si scoprono gli archivi letterari del novecento, si mostrano le immagini dei volti dei poeti e se ne ascoltano le voci.  Fino al 9 aprile sono allestite due esposizioni a cura di Luca Cesari che vanno sotto il titolo “Testimonianza alla poesia”.
Nella Sala Salimbeni dell’Oratorio di San Giovanni Battista, fino al 10 aprile c’è la mostra “Cristo e i poveri cristi“, con opere del poeta del ferro Fulvio Santini detto Fuffi (ingresso libero).  Nella Casa Natale di Raffaello è invece allestita la mostra di incisioni di Rembrandt.
E poi ovviamente c’è la grande attrazione del Palazzo Ducale, che sarà aperto con orario continuato sabato, domenica e lunedì (biglietto di ingresso intero: euro 6,50 / ridotto: euro 4,00) ; Il Museo Diocesano e l’Oratorio delle Grotte; così come nel periodo pasquale sarà aperta ai visitatori anche la parte alta della Fortezza Albornoz, con  uno spazio dedicato alla presenza di Leonardo da Vinci a Urbino, la sala “Bella Gerit” dedicata all’Armeria Ducale del Montefeltro, e varie altre curiosità.    Orario di apertura: 10.00 –  17.00. Biglietto di ingresso: intero: 2,00 euro; studenti: 1,00 euro; per gli urbinati l’ingresso è gratuito.

Pasqua a Gabicce, tanto sport e “rustida”
Gabicce Mare a Pasqua si trasforma in città dello sport grazie alla 36esima Settimana Cicloturistica Internazionale organizzata dal Gruppo Albergatori Multiservizi: sette giorni, dal 26 marzo al 1 aprile, alla scoperta del magnifico entroterra marchigiano  e romagnolo e delle sue bellezze con sette uscite fuori porta in bicicletta.
Un evento che, insieme ai tornei di calcio giovanili  nei  nostri impianti sportivi  e nei campi di calcio del territorio, animerà la Pasqua e l’avvio della stagione 2016 a Gabicce Mare. Domenica 27 marzo, alle ore 18, presso piazza Municipio, potrete assaggiare la classica “rustida” di pesce azzurro offerta dai bagnini di Gabicce Mare, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

San Lorenzo in Campo, a Pasqua e Pasquetta tour tra cultura, tradizioni ed enogastronomia
Un tour affascinante e gustoso è quello che offre San Lorenzo in Campo, nelle Marche, in provincia di Pesaro e Urbino, per le festività pasquali. Per il turista l’occasione di un’immersione tra cultura, tradizioni ed enogastronomia. Il centro laurentino offre al visitatore a Pasqua e Pasquetta un itinerario tra storia, cultura, arte, natura e gusto. Da visitare le numerose chiese, tra cui l’Abbazia Benedettina, fra i più bei monumenti romanico-gotici esistenti nelle Marche, i musei, il teatro e l’affascinante centro storico. E il lunedì di Pasqua San Lorenzo in Campo ospita la 61esima edizione della Sagra del Castagnolo, organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e dell’Unpli Marche. Il Museo Archeologico del Territorio di Suasa, allestito all’interno di Palazzo della Rovere, consente di cogliere l’evoluzione dell’ambiente e del popolamento umano della valle del Cesano. Le sei sale espositive, disposte su due piani, ci fanno ripercorrere la storia più antica della valle, attraverso la sua evoluzione geologica, i fossili della fauna e della flora che la popolavano nel Pleistocene, le testimonianze della frequentazione umana nell’età della pietra e dei metalli, nell’età romana, sino alle soglie del medioevo. Il percorso didattico, organizzato su due livelli, uno per gli adulti e uno per i ragazzi, è integrato da ricostruzioni grafiche di un settore della valle che ne evidenziano il cambiamento nel corso del tempo. Sempre nel Palazzo della Rovere si trova il meraviglioso teatro comunale “Mario Tiberini”. Dedicato al celebre tenore locale Mario Tiberini, l’ottocentesco teatro si trova nel piano nobile del Palazzo della Rovere. Il teatro ha due ordini di palchi con sovrastante loggione a galleria ed è affrescato con decorazioni in stile liberty. Da non perdere la Basilica, maestosa costruzione romanico-gotica a tre navate. Ha delle arcate a tutto sesto in muratura, sorrette da colonne di granito grigio provenienti dall’Egitto. La copertura è a capriate scoperte; la parte centrale, costituita da tre absidi, è quella più antica: risale infatti al periodo che va dal VII al IX secolo. Di notevole importanza è l’Altare Maggiore per i suoi rari e pregevoli marmi. Sotto l’Altare Maggiore è presente una bellissima cripta riportata alla luce nel 1940. E nel tour, tappe d’obbligo ai borghi di Montalfoglio e San Vito dove si può godere di un panorama suggestivo che spazia dal monte Catria al mare Adriatico, di assoluta tranquillità e dei piaceri della tavola. “Attendiamo, come l’anno scorso, tantissimi visitatori e turisti – evidenzia il sindaco Davide Dellonti – per le festività pasquali. In vetrina le nostre tante eccellenze, dalle bellezze storico artistiche ai prodotti tipici. Tradizioni, arte, enogastronomia, ma anche la tranquillità che sanno regalarti borghi come Montalfoglio e San Vito e il centro storico. Una nuova visione di intendere la vacanza, il cosiddetto turismo lento, slow, motivata dalla ricerca di autenticità, di un’esperienza vera, di scoperta delle bellezze, culture e tradizioni locali, e di turismo di grande qualità. Un nuovo modo di viaggiare, per conoscere cultura, territorio, persone e gusti, anche con attività che invitano a un ritmo di vita meno frenetico”. A Pasquetta la Sagra del Castagnolo. Dal lontano 1955 le donne di San Lorenzo in Campo preparano con lo stesso amore e cura i castagnoli per celebrare la Pasqua. Il castagnolo è stato inserito tra i prodotti tipici regionali delle Marche nella sua variante al farro tipicamente laurentina. Il castagnolo al farro inoltre è stato il primo prodotto a dotarsi della denominazione “De.C.O” – Denominazione Comunale di Origine. Dopo l’ottimo successo di pubblico della scorsa edizione, la Pro Loco ripropone un programma ricco tra enogastronomia, cultura, tradizioni, musica e iniziative per bambini. Alle 10 l’apertura degli stand degli espositori e della Pro Loco. E per iniziare nel migliore dei modi la giornata, sarà servita la colazione del contadino a base di prodotti locali come la crescia di Pasqua. Anche questa è un’idea nata per riscoprire tradizioni e valorizzare le tipicità locali. Nel pomeriggio saranno proposte attività per bambini. Alle 15.30 saliranno sul palco i Cafè Concerto. Alle 18.30 la tradizionale estrazione della lotteria del Castagnolo. L’ingresso è libero.

Per visite e aperture: Punto IAT – Ufficio informazioni e accoglienza Turistica, via San Demetrio 4. Tel:  338.9897800 – 349.5101956 – 0721.776479. Info ulteriori su www.comune.sanlorenzoincampo.pu.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>