Viaggi organizzati sì o no?

agenzie viaggio truffaTra due possibilità di scelta – i viaggi organizzati oppure le vacanze che non hanno alcun vincolo organizzativo da parte di agenzie o intermediari – per cosa è meglio optare? Sono più indicati i viaggi organizzati oppure no? E per quale tipologia di persone essi potrebbero essere suggeriti?

Prima di capire se il viaggio organizzato possa o meno essere un vantaggio (ed eventualmente anche per chi possa esserlo), è bene cercare di spiegare a grandi linee prima di tutto cosa sono le vacanze organizzate: si tratta, infatti, di una scelta interessante soprattutto per una specifica categoria di turisti, ovvero per tutti coloro che non hanno un grande spirito organizzativo e che potrebbero non avere la capacità di pianificare la vacanza nella maniera più ‘piena’ possibile.

Pro e contro dei viaggi organizzati

Quando scegliamo di fare una vacanza, infatti, nella maggior parte dei casi quello che ci interessa maggiormente è rilassarci e divertirci: a meno che non si tratti di un viaggio culturale, la nostra maggiore necessità – soprattutto in fatto di ferie estive che sopraggiungono dopo mesi di duro lavoro e di sacrifici – consiste nel riposarci e nel poter utilizzare quei giorni di vacanza per ritemprarci fisicamente e psicologicamente dopo un inverno in città, tra scartoffie e documenti.

Questo obiettivo può essere più facilmente raggiunto con una vacanza non organizzata, ovvero con un viaggio che pianifichiamo senza alcun tipo di pregiudizi e che lasciamo che avvenga così come desideriamo, nella più totale normalità.

I viaggi organizzati, invece, sono in genere delle vacanze che vengono pianificate da un intermediario – di solito un’agenzia di viaggi – che si preoccupa della gestione di tutti i tempi della vacanza, anche di quelli per così dire ‘morti’: una cosa del genere può essere indicata, per esempio, se abbiamo un dato periodo di ferie e vogliamo sfruttare tutti i giorni al meglio, dedicandoli alla conoscenza della cultura e della storia di quel dato luogo ed approfittando della vacanza stessa anche per questo motivo.

I vantaggi del viaggio organizzato, quindi, sono:

  • Totale organizzazione della vacanza da parte di una agenzia o intermediario che conosce il luogo e che ci permette di sfruttarne al meglio le potenzialità;
  • Prezzo chiaro del pacchetto e tariffazione agevolata per gruppi: sul prezzo del pacchetto non influiscono variabili come costo del volo o dell’hotel: al gruppo viene applicata una tariffa valida per tutti i partecipanti ed ovviamente a prezzo agevolato rispetto alle quotazioni individuali;
  • Maggiore tutela e minore senso di abbandono: non si ha la sensazione di sentirsi ‘allo sbaraglio’ perché in genere si può contare sull’aiuto dell’intermediario dell’agenzia.

Lo svantaggio principale del viaggio organizzato è ciò che in genere fa propendere per una scelta diversa: se conosciamo la località che andremo a visitare e vorremmo fare determinate esperienze, potremmo doverci adattare alla pianificazione dell’agenzia ed in questo modo ne potrebbe risentire la nostra autonomia e libertà di gestione del viaggio.

In ogni caso, i viaggi organizzati possono essere indicati per tutte quelle persone che non si sentono sicure nell’affrontare da soli un viaggio, per tutti quelli che non hanno capacità o tempo di organizzare autonomamente la propria vacanza, per persone che non conoscono bene la lingua del luogo che li ospita e vogliono avere una maggiore tutela ed un maggiore appoggio. Infine per chi, anche partendo senza un compagno di viaggio, desidera condividere la sua esperienza con altri viaggiatori.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>