World cup di ritmica a Pesaro, le Junior italiane chiudono terze

di 

1 aprile 2016

Le Junior italiane (immagine tratta da Fb)

Le Junior italiane (immagine tratta da Fb)

PESARO – Si è finalmente alzato il sipario sulla tappa pesarese della World Cup di Ginnastica Ritmica, l’ottava di fila ospitata dalla città di Rossini sotto l’egida della Federazione Ginnastica d’Italia e con ben 46 Paesi partecipanti. La prima delle tre giornate di gara nella suggestiva cornice dell’Adriatic Arena si è aperta con l’8^ Torneo Internazionale “Città di Pesaro”, riservato alla categoria Junior.

Nello specifico sono andate in scena le qualificazioni di fune e cerchio, con la buona notizia dell’accesso in finale in entrambi gli attrezzi di Alexandra Agiurgiuculese (A.S. Udinese). Il Team 1 italiano, composto dalla stessa Agiurgiuculese, da Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano) e da Caterina Allovio (Armonia d’Abruzzo), occupa al momento il terzo posto dietro a Russia e Bielorussia in attesa delle prove con palla e clavette in programma domani mattina. Nel pomeriggio ha preso quindi il via la Coppa del Mondo con le eliminatorie dell’Individuale Senior, cerchio e palla, inaugurate dalle fuori concorso Letizia Cicconcelli (Ginnastica Fabriano) e Maria Carmen Crescenzi (Armonia d’Abruzzo). Poi è stato il turno di Alessia Russo (Armonia d’Abruzzo) e Veronica Bertolini (San Giorgio ’79 Desio), intanto che sugli spalti saliva l’attesa da parte del pubblico per l’entrata in gioco delle Farfalle azzurre in pedana in tarda serata nelle qualificazioni a squadre cinque nastri. Domani saranno invece alle prese dalle ore 17 ai due cerchi e sei clavette, con Marta Pagnini (C.S. Aeronautica) a capitanare una formazione completata da Sofia Lodi (Brixia Brescia), Andreea Stefanescu (C.S. Aeronautica), Alessia Maurelli (C.S. Aeronautica), Camilla Patriarca (C.S. Aeronautica) e Martina Centofanti (Ginnastica Fabriano). Anche quest’anno a rinsaldare il già forte legame esistente tra la Coppa del Mondo di Pesaro e lo Stato Maggiore della Difesa la presenza all’interno dell’Astronave di un presidio delle Forze Armate, come pure quella preponderante delle ginnaste del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare spina dorsale della squadra italiana allenata da Emanuela Maccarani.

“L’Aeronautica è sempre stata sostenitrice dell’attività sportiva – ha commentato il Generale di Brigata Francesco Saverio Agresti, Comandante della 1^ Brigata aerea con sede a Cervia – trovando diverse affinità coi suoi valori ed il suo spirito di sana competizione. La Ginnastica Ritmica in particolare è una di quelle discipline pure che incarna principi per noi cardine quali il coraggio, l’entusiasmo, il sacrificio, la generosità e lo spirito di squadra. In questo sport come nel nostro ambito si è infatti chiamati ad esprimere qualità morali oltre che fisiche, e ci si confronta con i propri limiti prima ancora che con gli avversari. Riteniamo fondamentale questo connubio, che rappresenta uno straordinario veicolo per far conoscere l’Arma e avvicinarla alla gente. La presenza a certi livelli dei nostri atleti ci inorgoglisce e personalmente mi piace pensare all’immagine dei nostri piloti e delle Farfalle azzurre come a due facce della stessa medaglia, entrambi protesi in volo verso importanti traguardi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>