Droghe sintetiche importate dall’Olanda: nei guai anche una 29enne pesarese

di 

2 aprile 2016

BOLOGNA – Importavano dall’Olanda in prevalenza droghe sintetiche per poi spacciarle in varie regioni d’Italia. Arrestate 24 persone, tra cui una ragazza di origini pesaresi di 29 anni, nell’ambito dell’operazione Gandalf portata avanti dalla squadra mobile di Bologna. Sequestrati 15 chili di metanfetamina, un chilo e mezzo di ketamina, 5.000 francobolli di lsd e 1.000 pasticche di ecstasy.

Gran parte degli indagati, secondo l’accusa, gravitavano attorno a un centro sociale della periferia di Bologna, dove viveva un 32enne piemontese con la fidanzata, la ragazza pesarese appunto, la quale è stata raggiunta dalla misura di obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. La 29enne era stata arrestata nel novembre scorso assieme alla madre, beccate entrambe mentre trasportavano da Urbino a Bologna 5 chilogrammi di metanfetamine e circa 1.000 pasticche di ecstasy.

Il giro d’affari? Cospicuo. Un chilo di anfetamine – comprato in Olanda a circa 7-8.000 euro – può rendere anche 100.000 euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>