Il no di Fano al femminicidio: giovedì nella chiesa di Sant’Arcangelo c’è “Non ci resta che ridere amaramente”

di 

5 aprile 2016

FANO – Giovedì 7 Aprile, alle ore 21, la Compagnia Teatrale dei Fangiulesi in collaborazione con il  Comune di Fano , l ‘Assessorato alla Cultura e l’assessorato alle Pari Opportunità proporrà nella chiesa di Sant’Arcangelo a Fano lo spettacolo “Non ci resta che ridere amaramente ” tratto dal testo ” Ferite a morte” dell’autrice Serena Dandini. L’ espressione artistica ha un fine di denuncia, contro quel, purtroppo sempre attuale, problema che è il femminicidio, che verrà analizzato con sensibilità, profondità e pungente ironia. L’accompagnamento al contrabbasso è del maestro Thomas Bianchi. Lo spettacolo è accolto all’Interno della mostra pittorica di Mauro Drudi “Lei”. Connubio tra arti per dire basta alla Violenza sulle donne e non calare il sipario su questo tema. Prezzo d’entrata: 10 euro

Per l’assessore Marina Bargnesil’importante tema del rapporto tra generi ,delle relazioni di coppia , degli insuccessi e delle differenti forme di violazione dell’altra impone una costante sollecitazione a riconoscere i fattori di rischio o scatenanti il deteriorarsi di relazioni d’amore. Assistiamo ogni giorno in Italia a gravissimi fatti che forse avremmo potuto prevenire ed evitare acquistando maggiore consapevolezza di dinamiche velate, nascoste impercettibili, spesso causa di tragedie irreversibili. E’ con la Compagnia teatrale dei Fanigiulesi che il 25 Novembre 2015 abbiamo inviato studenti e docenti degli Istituti Superiori  di Fano per assistere a questo spettacolo per giovani e adulti, i quali hanno accolto con grande partecipazione un ‘opera contemporanea di grande intensità emotiva, culturale e capace di sviluppare sul tema ilarità e sussulti“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>