San Lorenzo in Campo, una grande primavera di musica, arte e enogastronomia

di 

6 aprile 2016

SAN LORENZO IN CAMPO – La grande musica, ma anche cultura, arte ed enogastronomia. Non si spengono mai le luci del teatro “Mario Tiberini”, pronto ad ospitare due appuntamenti di grande prestigio e qualità. Due eventi voluti fortemente dall’Amministrazione comunale per dare ancora più impulso all’ambizioso progetto Paese della Musica e valorizzare e promuovere sia il teatro che il territorio intero. Sabato 9 aprile il progetto speciale ‘A tempo d’opera’, un concerto in forma scenica per strumenti, canto e voci recitanti; domenica 15 maggio per ‘Le belle domeniche” l’esibizione dell’Ensemble di Sassofoni del Conservatorio di musica “G. Rossini” di Pesaro.

Il sindaco Dellonti al teatro Tiberini

Il sindaco Dellonti al teatro Tiberini

Sabato alle 21.15 per il progetto speciale ‘A tempo d’Opera’, andrà in scena “La favola di Orfeo ed Euridice”: concerto in forma scenica per strumenti, canto e voci recitanti, promosso in collaborazione con l’Amat. Sul palco Rie Horiguchi, mezzosoprano; Sara Zhazitova, soprano; Mariami Gogbershvili, soprano; il Quartetto Internazionale d’Archi diretto da Salvatore Francavilla; Francesca di Modugno e Cristian Della Chiara voci recitanti. Mise en éspace Inga Balabanova. E’ una produzione International Opera Studio Pesaro.
Il pubblico sarà invitato a degustare sia l’essenza dell’opera di Gluck tramite la lettura della storia di Orfeo ed Euridice e alternata alle sue più celebri arie musicali, sia i sapori della cena allestita nel foyer del teatro.

Orfeo ed Euridice è un’opera composta da Christoph Willibald Gluck su libretto di Ranieri de’ Calzabigi. Propone la romantica vicenda del cantore Orfeo, il quale, stravolto dal dolore per la perdita dell’amata Euridice, non vuole arrendersi a tale verdetto sfidando le tenebre della morte per riuscire a riportarla in vita. L’opera è passata alla storia come la più famosa tra quelle composte da Gluck, e, pur nelle molteplici rivisitazioni, è stata una delle poche opere settecentesche, se non addirittura l’unica non mozartiana, a rimanere sempre, fino ad oggi, in repertorio nei principali teatri lirici del mondo. International Opera Studio la ripropone in forma scenica, in un solo atto, come concerto per strumenti, canto e voci recitanti. Il pubblico potrà gustarsi la storia impreziosita dalle immortali ed incantevoli arie dell’opera di Gluck. E dalle 20, nel foyer, apericena di stagione a cura dell’associazione Stramonio.

Sabato sarà a teatro anche la delegazione provinciale del FAI (Fondo Ambientale Italiano) che ha scelto il “Tiberini” come meta di visita.

La biglietteria, presso il teatro, il giorno dello spettacolo aprirà alle 19. Info Amat: 0721.3592515 – 366.6305500.

“Siamo pronti ad ospitare – evidenzia soddisfatto il sindaco Davide Dellonti – due eventi importanti e di notevole qualità. Li abbiamo voluti fortemente portare a San Lorenzo che deve sempre più farsi conoscere ovunque come ‘Paese della Musica’. Avere ospiti del nostro teatro il quartetto internazionale d’archi e il conservatorio Rossini di Pesaro è davvero un grande orgoglio. Inoltre questo tipo di appuntamenti, di così enorme prestigio, contribuiscono a valorizzare e promuovere sia il teatro che il territorio intero perché riescono ad attrarre tantissime persone da fuori. Due eventi che miscelano musica, arte, cultura ed enogastronomia, assolutamente da non perdere. E sabato avremo anche una delegazione del Fai che ha scelto il nostro teatro come meta di visita. E’ una bellissima soddisfazione che il ‘Tiberini’ sia così apprezzato, un gioiello che stiamo valorizzando in ogni modo, diventato un teatro aperto tutto l’anno”.
Domenica 15 maggio alle 17.30 sarà la volta de ‘Le belle domeniche’ nella provincia di Pesaro Urbino, una innovativa formula culturale per conoscere tesori nascosti e sconosciuti, organizzata da Amat e Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini” di Pesaro, che ha trovato l’adesione entusiasta dell’Amministrazione comunale e che vedrà la collaborazione della Pro Loco. Ogni appuntamento è l’incontro guidato con la visione di un’Opera d’Arte, la degustazione di un Vino doc, e l’ascolto di un Concerto di Musica Classica – eseguito e presentato dagli allievi del Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro – in un meraviglioso Teatro Storico della provincia. Questo il menù laurentino: opera d’arte Madonna con Bambino, San Lorenzo e San Benedetto di Terenzio Terenzi, detto il Rondolino, raccontato da Lorenzo Bonafede; Vino Spumante Brut Bianco e Rosè, Cantina Terracruda, raccontato da Martina Brescini; Concerto Ensemble di Sassofoni del Conservatorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>