Pesaro Wine Festival, una due giorni dedicata agli amanti del vino

di 

7 aprile 2016

PESARO – In primavera, quando i profumi della natura si risvegliano, debutta la prima edizione del PesaroWineFestival organizzato dall’Associazione culturale Pesaro Vino Cultura, da una idea di Gianluca Galeazzi, con il patrocinio del comune di Pesaro. Una fiera di vini di artigianato e naturali che propone anche degustazioni, seminari didattici, musica ed eventi prefestival.

L’iniziativa si svolge dal 17 al 18 aprile 2016 al Centro Arti Visive Pescheria che, nato per essere la vetrina dell’arte contemporanea, ospiterà le più pregiate espressioni del vino di qualità.

Sono in degustazione 300 vini di cinquanta aziende nazionali e internazionali, accuratamente selezionate da una commissione, tra queste: Vergé Gilles e Cathetine, Lous Grezes, Julien Peyras, Andrea Bragagni, azienda Silvano Ferlat, Vigne di San Lorenzo, Gaspare Buscemi, Poderi Firenze, azienda il Casale, Rocche del Gatto, Casebianche, Le Barbaterre, Conati, Santus, Malacari, Gradizzolo, Selvagrossa, Il Gelsomoro,  Cameli Irene, Fondo San Giuseppe, Vallorani, Paolo Fiorano, La Marca di San Michele, Cà del Vent, Côtar, il Casale. I vini sono stati scelti con attenzione alla naturalità e all’artigianalità, soprattutto sono stati apprezzati l’utilizzo di materie prime del territorio di provenienza ed indagati i processi di produzione.

Il festival si svolge a Pesaro, che si trova in una regione, le Marche, che nel settore enologico occupa un posto di assoluto rilievo per l’alta concentrazione di aziende vitivinicole.

Per il PesaroWineFestival sono state scelte location esclusive che ben rappresentano la storia e la cultura della città. Il Centro Arti Visive Pescheria, ospitato in un pregiato ed elegante edificio ottocentesco nel cuore del centro. Il suo grande e unico ambiente con il soffitto a trabeazione in legno, è un luogo perfetto per assaggiare ed acquistare le migliori etichette nazionali ed internazionali. In occasione del PesaroWineFestival, il 17 e il 18 aprile, è visitabile in Pescheria una bellissima esposizione di boccali da tavola per il vino del periodo dai primi decenni dell’Ottocento fino agli anni ottanta del Novecento. Fa parte del Museo delle Terre Marchigiane, Collezione Straccini, di San Lorenzo in Campo (visite su prenotazione 0721 776904).

A palazzo Gradari invece che è stato la prestigiosa residenza di Giulio Cesare Mamiani Della Rovere, ci sono i seminari didattici (sabato 16 e domenica 17 aprile, a pagamento) condotti da esperti del settore quali Sandro Sangiorgi, ristoratore, sommelier professionista, fondatore del Movimento Internazionale Slow Food, scrittore di libri e saggi dedicati a vini e spumanti e agli abbinamenti tra vini e cibi. Sempre a Palazzo Gradari, al Gra’, domenica 17 aprile è in programma Wine One Night, la serata dei vignaioli, dalle 19, ad ingresso libero.

Dal vivo ci sarà la “Joe Castellani Acoustic Blues Machine Band” in versione acustica con Sergio “Joe” Castellani  leggendaria voce alla chitarra, Andrea “FireFox” Guidi al basso, Enrico “Monta” Montanaro alla batteria, Daniele “Mazzu” Mazzucchelli al flauto e al sax tenore.

Propongono un repertorio dal blues, a Springsteen al Rock’n’Roll, brani originali dedicati al mare e al porto.

La serata sarà anche occasione per assegnare il premio “Paolo Angeletti” all’azienda che produce il vino più votato durante il PesaroWineFestival  come “la bottiglia che comprerei”.

Infine nella città della musica ad accogliere, gli ospiti del festival, venerdì 15 aprile alle 21, è in programma il concerto di Paolo Jannacci al teatro Rossini (riduzioni per i partecipanti al festival: www.amatmarche.net, teatro Rossini biglietteria 0721 387621).

Ecco il programma del PesaroWineFestival

Prefestival
Venerdì 15 aprile, Teatro Rossini, ore 21
Concerto di Paolo Jannacci
Riduzioni per gli ospiti del festival: euro 15 per settore A e B, euro 12 per settore C e D.
Info www.amatmarche.net.it teatro Rossini biglietteria 0721 387621

Sabato 16 aprile
Seminari didattici, salone nobile di palazzo Gradari
Partecipazione a pagamento

ore 11.30
La champagne come territorio
Armando Castagno

ore 15.30
Alto Piemonte, generazione nuova
Armando Castagno

ore 18.45
Presentazione del libro di Francesco Annibali “Il Verdicchio fra Jesi e Matelica, alla scoperta di uno dei più grandi vini bianchi d’Italia”
Compagnia editoriale Aliberti

Lunedì 17 aprile

ore 11.00 Centro Arti Visive Pescheria
Inaugurazione festival

ore 12.00 > 20.00
Apertura tavoli di degustazione

ore 15.00
Seminario didattico, salone nobile di palazzo Gradari
Partecipazione a pagamento
La forma e la sostanza sono inscindibili
Sandro Sangiorgi

Martedì 18 aprile

ore 11.00 > 19.00 Centro Arti Visive Pescheria
Apertura tavoli di degustazione

L’organizzazione dei seminari è coordinata da Luca Iorio. Per info. +39 339 7938082 luca.iorio@gmail.com. La partecipazione è a pagamento (La champagne come territorio e La forma e la sostanza sono inscindibili
costo 60€; Alto Piemonte, generazione nuova costo 40€).

L’ingresso al festival è a pagamento. Il giornaliero costa 15 euro.

I biglietti sono acquistabili in tutte le biglietterie del circuito AMAT e ON-LINE sul sito www.vivaticket.it ed in tutti i TICKETSTORE

Vivaticket presenti sul territorio nazionale.

Nelle giornate di apertura del Festival gli orari al pubblico della biglietteria, al Centro Arti Visive Pescheria, sono:

•17/04/2016 dalle ore 10.00 alle ore 18.30

•18/04/2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Sconti e promozioni per ristoratori, gestori di enoteche e bar; ingresso gratuito per giornalisti (accreditandosi a info@pesarowinefestival.it con nome ristorante, bar, enoteca e partecipanti (fino ad un massimo di due) o testata e giornalista.
Per informazioni

info@pesarowinefestival.it, www.pesarowinefestival.it, +39 338 9929670.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>