“Non ho imparato a nuotare”: a Cartoceto pomeriggio di cultura con un progetto ambizioso

di 

10 aprile 2016

Locandina "Non ho imparato a nuotare"CARTOCETO – “Non ho imparato a nuotare”: libro, musica e teatro in un progetto ambizioso. Oggi, alle 17, presso il teatro del Trionfo di Cartoceto, si svolgerà la grande festa dedicata alla cultura per celebrare la nascita di un romanzo coinvolgente che racconta una storia vera. La lotta alla disabilità fisica, come quella del protagonista, ma anche interiore, che l’autrice narra splendidamente tra le righe di un romanzo capace di lasciare il segno. Parte dal teatro del Trionfo di Cartoceto, con uno spettacolo poliedrico, il tour di presentazione del nuovo libro scritto da Laura Corsini e Giuseppe Frassinelli.

Il libro
Andrea, prima di nascere, era normale. Per colpa di un dottore distratto e di uno strumento che lo ha “aiutato” a venire al mondo, si è ritrovato a convivere con una disabilità che ogni giorno lo ostacola nello svolgimento delle attività più semplici e naturali. Per Andrea è difficile allacciarsi le scarpe, far entrare i bottoni nelle asole, reggere una tazza di cappuccino senza versarne il contenuto. Andrea trema, scatta, per questo non può radersi da solo. Ma, negli anni, non si è mai arreso, riuscendo a conquistare traguardi e a fare cose che le persone “normali” danno per scontate, considerandole banalità. Il più grande rammarico è quello di non essere riuscito – per ora – a imparare a nuotare, nonostante abbia provato e riprovato. Andrea ha un animo sensibile, vive in un paesino circondato dal calore della sua famiglia, scrive poesie. Ma sogna una donna accanto, una compagna, una moglie. È innamorato, pur sapendo – o credendo – che l’oggetto del suo amore non lo corrisponderà mai. Per questo soffre nell’ombra, condannato a essere lo spettatore di un’esistenza che vorrebbe vivere pienamente.
Dal racconto vero di Giuseppe, ragazzo nato con la stessa problematica di Andrea, plasmato dalle parole di Laura Corsini, Non ho imparato a nuotare è un sorprendente spaccato di una vita eroica e sconosciuta.
L’evento ospiterà sul palco non solo gli autori Laura Corsini e Giuseppe Frassinelli, ma anche la cantante Silvia Cecchini, la compagnia teatrale dei SognAttori, le letture di Ivan Rossini e numerosi altri interventi. Un pomeriggio di arte all’interno di un teatro importante come il progetto legato a questo testo. La scelta della location è ricaduta su Cartoceto in quanto paese di Giuseppe Frassinelli e perché la storicità del paese è sicuramente di buon auspicio per quello che sarà un tour letterario di importanza nazionale.
La festa sarà un vero e proprio show che vedrà alternarsi sul palco moderatori, attori e autori e terminerà con lo spettacolo teatrale Come sarebbe andata se…, pluripremiato e promosso in giro per l’Italia nel quale vengono rappresentati Giuseppe Frassinelli e il suo aiuto a una delle due ragazze protagoniste, trattando il tema dell’emarginazione sociale e della violenza nei confronti dei più deboli. L’opera è liberamente ispirata al romanzo di Maria Castaldo e Michele Gardoni, in uscita per David and Matthaus, incentrato sul percorso di due ragazze molto differenti tra di loro che, però, seppur in circostanze diverse, dovranno affrontare un’esperienza molto simile.
Silvietta è nata sola. Figlia di una donna single e senza parenti, quando sua madre muore dopo una lunga malattia si trova, ancora minorenne, a lottare per emergere e per riuscire ad avere legami affettivi. Per uscire dal suo isolamento, si dedica al volon- tariato collaborando con un’associazione impegnata in un centro di accoglienza. Quando tutto sembra volgere per il meglio, la ragazza viene stuprata in un vicolo. Scoprire di essere rimasta incinta per un atto violento la porterà a un lungo e travagliato percorso di ricerca.
Linda è una ragazza tranquilla, con molti amici. Fatica, però, a integrarsi nel “gruppo”, perché preferirebbe non doversi adegua- re a modi di fare troppo lontani dai suoi ideali. Durante una gita scolastica a Pisa, nel corso del quarto anno di superiori, stanca di sentirsi “diversa”, decide di fare anche lei una pazzia. Quella notte si concede al bello della scuola che, dopo averla usata, smette di considerarla. A qualche mese di distanza, scoprirà che l’unica follia della sua vita gli è costata cara: è incinta.
Un evento ricco di arte, emozioni e riflessioni. Un viaggio culturale da vivere in uno degli scenari più suggestivi e affascinanti della regione Marche.
Dalle adesioni già confermate si prevede un’affluenza da sold-out.

PROGRAMMA “Non ho imparato a nuotare”
Teatro del Trionfo – piazza Marconi – Cartoceto

10 aprile 2016

Ore 15,30: Conferenza stampa di presentazione dell’evento
Ore 17,00: Presentazione del romanzo con la partecipazione degli autori Giuseppe Frassinelli e Laura Corsini, della cantante Silvia Cecchini, dell’attore Ivan Rossini e della compagnia teatrale i SognAttori

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>