Fdi-An Fano: ok turismo per camperisti, ma prima interveniamo sul presente di degrado e non rispetto delle leggi che vige in viale Kennedy

di 

12 aprile 2016

Letizia Conter*
FANO – Trovo lodevole l’incontro tra l’Amministrazione e il Camping Club Fano tenutosi ieri, 11 aprile, per esaminare il turismo itinerante della nostra città (rileggi qui precedente articolo Pu24). Tuttavia mi sembra una contraddizione in termini guardare esclusivamente al futuro senza porre minimamente attenzione al presente. Mi riferisco infatti al citato parcheggio “Camper Service” di viale Kennedy, che si ha l’intenzione di ampliare/ristrutturare come area di sosta attrezzata per camper.
Letizia Conter

Letizia Conter

In che stato è, oggi, il parcheggio di Viale Kennedy? Chi, come me, è costretto a frequentarlo quotidianamente per ragioni logistiche sa benissimo quale sia lo scenario che si presenta ogni giorno. Attualmente il parcheggio di viale Kennedy è infatti adibito prevalentemente alla sosta di nomadi, senza il minimo controllo o la minima regolamentazione. Tutti sappiamo quant’è vasta la normativa che regola la sosta, il parcheggio ed il campeggio sul nostro territorio nazionale. Eppure sembra che l’Area di viale Kennedy sia interamente condonata all’applicazione di suddetti regolamenti. Il “Camper Service” di Viale Kennedy attualmente consiste nel parcheggio in pianta stabile di roulotte/caravan (la maggior parte senza targa), nell’utilizzo incontrollato delle risorse pubbliche come l’acqua (che viene prelevata dalla fontanella esistente per lavare gli indumenti di chi “soggiorna” nel parcheggio), nell’occupazione di suolo pubblico (spesso si trovano materassi, reti di letti, stufe, oltre che panni stesi ovunque sugli alberi)… Insomma, di tutto e di più. Non da un giorno, ma da mesi (vedi fotogallery in coda all’articolo). Non è una questione di intolleranza, ma di semplice convivenza: l’Amministrazione Comunale dovrebbe infatti adottare provvedimenti e interventi risolutivi del degrado, anche igienico-sanitario, prodotto da quella che, nelle forme “residenziali” attuate, è a tutti gli effetti (anche per il codice) una sosta abusiva. Benissimo guardare al futuro e riqualificare le aree esistenti. Ma, nel frattempo, perché l’Amministrazione Comunale non provvede a far rispettare le leggi, occupandosi prima di tutto di ciò che già esiste, anche pensando al Decoro Urbano come biglietto da visita per il tanto agognato rilancio del turismo?

*Vice-segretaria Fdi-An Fano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>