Residenza Montefeltro da accreditare come Centro Residenziale Diurno per l’Alzheimer. La proposta del Pd di Urbino

di 

12 aprile 2016

URBINO – La delegazione del Gruppo del PD di Urbino, con il capogruppo Sestili, le consigliere Muci e Calcagnini, il consigliere Fedrigucci ed il segretario dei dem urbinati Scaramucci, è stata in visita alla Residenza Montefeltro, per valutare l’attività della struttura ed ha incontrato i responsabili della struttura, il personale medico ed assistenziale.

Il Partito democratico di Urbino (PD)

Il Partito democratico di Urbino

Un luogo di eccellenza, ed una realtà tra le più innovative a livello regionale, anche dal punto di vista digitale – dichiarano in una nota i democratici di Urbino – Sappiamo che gli ospiti della struttura si trovano in un luogo dove possono avere un’assistenza continua molto professionale e delle cure adeguate in caso di bisogno. Anche se vengono rispettati tutti i parametri, sarà nostra cura comunque segnalare alla Regione Marche, se necessario, di aggiornare i parametri attraverso i quali si decidono i tempi di assistenza degli operatori nei confronti dei pazienti, anche se abbiamo notato che la struttura rispetta le tempistiche previste dalla legge”.

Tra le proposte che il Pd d’Urbino porterà in consiglio comunale vi è quella di chiedere alla Regione di autorizzare, accreditare e convenzionare la struttura come Centro residenziale diurno per l’Alzheimer, attualmente presente solo a Fano in tutta la provincia.

“Pensiamo che una struttura così moderna, che serve tutto l’entroterra e non solo, e che ha spazi adeguati e certificati, possa ambire a diventare anche un luogo di riferimento per almeno 20 ospiti che possano alleviare i disagi che una malattia come l’Alzheimer comporta per le famiglie. Siamo certi che anche l’Amministrazione comunale convergerà trasversalmente su questa proposta, nell’interesse della città e del territorio. Il gruppo consiliare si impegnerà nel continuare a monitorare la struttura ed essere vicino alle famiglie ed i famigliari”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>