Sversamenti nei mari di Fano: dopo l’inchiesta di Piazza Pulita, Seri scrive al ministro

di 

12 aprile 2016

Sversamenti mare Fano: Piazza pulita

Sversamenti mare Fano: Piazza pulita

FANO – Una lettera indirizzata al ministro dell’Ambiente per chiedere di fornire i dati relativi allo scarico in mare di acque industriali delle piattaforme Eni Brenda e Basil. E’ l’iniziativa del sindaco Massimo Seri a seguito del programma Piazza Pulita, andato in onda ieri sera su La7, dove è stato trasmesso il documentario Italian Offshore, che ha documentato lo sversamento di acque industriali nel mare antistante Fano.

L’inchiesta, curata da Marcello Brecciaroli, Manuele Bonaccorsi, Salvatore Altiero, oltre a mostrare lo scarico in mare della piattaforma Basil, cita un dato inedito del ministero dell’Ambiente dal quale si evincerebbe il riversamento in mare, da parte della piattaforma Basil situata ad una distanza di 25 km dalla costa fanese, di 54 milioni di litri di rifiuti industriali nel corso del 2015.

“Una notizia che solleva comprensibili allarmi – sostiene Seri – Chiediamo con forza che il ministero fornisca quei dati, per poter attivare le dovute precauzioni a tutela della salute dell’ambiente marino e dei cittadini. Sul punto agiremo di concerto con la deputata fanese Ricciatti, che mi risulta abbia già chiesto con una interrogazione parlamentare di conoscere i dati in possesso del ministero dell’Ambiente e di attivare una verifica attraverso l’Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse, competente sulla vigilanza per la sicurezza dei lavoratori e la salvaguardia ambientale in attività di estrazione di idrocarburi”.

LA PUNTATA DI PIAZZA PULITA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>