Volata salvezza a 3 gare dal termine: tutti i calcoli per vedere ancora Pesaro nel basket che conta

di 

12 aprile 2016

PESARO – Tre giornate ancora da disputare, sei formazioni ancora coinvolte realmente nella lotta per non retrocedere, anche se Venezia e Brindisi non sono ancora matematicamente salve, sette scontri diretti ancora da giocare, che saranno ancor più determinanti per decidere chi retrocederà in serie A2 la sera del prossimo 4 maggio. Ma i risultati di domenica scorsa hanno semplificato un po’ le cose. Soprattutto in casa Vuelle che ha la certezza che vincendo in casa contro Cantù sarebbe matematicamente salva senza dover aspettare l’ultima giornata. Questo perché rimangono da giocare due scontri diretti – Cantù-Bologna, Bologna-Torino – che per forza di cose spariglieranno la classifica. Vi forniamo tutte le ipotesi possibili:

Vuelle-Capo d'OrlandoIpotesi 1: Pesaro perde a Milano e vince con Cantù, salendo così a quota 24, Cantù vince con Bologna e sale a 22, Bologna vince con Torino e i piemontesi, dopo aver vinto con Brindisi, rimarrebbero comunque a 20 punti, Pesaro salva

Ipotesi 2: Pesaro perde a Milano e vince con Cantù, salendo così a 24 punti, Bologna vince a Cantù, con i brianzoli che, perdendo a Pesaro, rimarrebbero a 20 punti, Pesaro salva, a prescindere dai risultati di Torino.

Ipotesi 3: Pesaro perde a Milano e vince con Cantù, salendo così a 24 punti, Torino vince con Brindisi e a Bologna, raggiungendo quota 22, Bologna vince con Cantù e sale a 22, ma i brianzoli rimarrebbero a quota 20 punti. Pesaro salva

Ipotesi 4: Pesaro perde a Milano e vince con Cantù, salendo così a 24 punti, Bologna vince a Cantù e con Torino, salendo anche lei a quota 24, ma a quel punto Torino e Cantù rimarrebbero entrambe a quota 20 punti, Pesaro salva

Altrimenti dovrebbe scattare il piano B, ovvero giocarsi il tutto per tutto a Torino all’ultima giornata, con il piccolo vantaggio che non si dovrà più vincere di otto, ma “semplicemente” vincere, perché se la Vuelle le perdesse tutte e due rimarrebbe a 22, se Torino le vincesse tute e due salirebbe a 22 e a quel punto chi porterà a casa la vittoria, porterà a casa anche la salvezza. E a quota 22 tornerebbe determinante lo zero a due con Caserta, che abbiamo tenuto fuori da queste ipotesi, perché ininfluente arrivando a quota 24, mentre potrebbe risultare determinante – in maniera negativa – in caso di un arrivo in massa a quota 22. Stessa situazione di Capo d’Orlando, con la quale Pesaro ha comunque il vantaggio del 2 a 0 negli scontri diretti, ma anche i siciliani rischierebbero solo in caso di un arrivo in massa a quota 22. Speriamo di avervi chiarito un po’ di dubbi e vi forniamo anche stavolta la situazione squadra per squadra, con il grado di difficoltà del calendario – da 1 a 5 – la situazione degli scontri diretti e lo stato di forma – da 1 a 5 –

OPENJOBMETIS VARESE (24 PUNTI)

Ultime 3 partite: Cremona (fuori), Reggio Emilia (casa), Cantù (fuori)

Grado di difficoltà: Calendario non semplicissimo, ma non avrà nessun problema a salvarsi. ★★★★

Scontri diretti: 2-0 con Torino, 1-1 ma in vantaggio con Pesaro (+2), Brindisi (+5), Capo d’Orlando (+3), pari con Caserta, 1-1 ma in svantaggio con Bologna (-2), 1-0 con Cantù (+13)

Stato di forma: Cinque vittorie nelle ultime sette gare: ★★★★

Commento: E’ già praticamente salva, grazie al 2 a 0 con Torino, anche se ha un calendario complicato, soprattutto in chiave playoff, dove non essendo riuscita a ribaltare la differenza canestri con Venezia, difficilmente riuscirà a qualificarsi, ma la stagione è già ampiamente positiva, considerando anche l’approdo alle Final Four di Fiba Eurocup.

 

ENEL BRINDISI (24 PUNTI)

Ultime 3 partite: Torino (fuori), Caserta (casa), Cremona (fuori)

Grado di difficoltà: Due partite fuori casa e ospiterà una Caserta con l’acqua alla gola: ★★★½

Scontri diretti: 2-0 con Cantù, 1-1 ma in vantaggio con Capo d’Orlando (+2), Bologna (+21), in parità con Pesaro, 1-1 ma in svantaggio con Varese (-5), 1-0 con Torino (+3), 0-1 con Caserta (-5).

Stato di forma: La netta vittoria con Milano ha ridato fiducia all’ambiente: ★★½

Commento: Anche Brindisi è praticamente salva, dovendo fare un pizzico di attenzione comunque negli scontri diretti con Torino e Caserta, ma è messa benino con le altre.

 

CONSULTINVEST PESARO (22 PUNTI)

Ultime 3 partite: Milano (fuori), Cantù (casa), Torino (fuori)

Vuelle-Capo d'OrlandoGrado di difficoltà: Calendario sempre complicato, con due trasferte e lo spareggio casalingo contro Cantù. ★★★★

Scontri diretti: 2-0 con Capo d’Orlando, 1-1, ma in vantaggio con Bologna, 1-1 ma in svantaggio con Varese (-2), pari con Brindisi, 0-1 (-7) con Torino e con Cantù (-25), 0-2 con Caserta.

Stato di forma: Nel girone di ritorno viaggia al 50% di vittorie (6 su 12): ★★★½

Commento: E’ consapevole di doversi giocare la sua cartuccia migliore nel match casalingo con Cantù, che le darebbe la salvezza matematica senza doversi guardare intorno. Altrimenti a quota 22 rischia ancora grosso e dovrebbe per forza andare a vincere l’ultima a Torino, anche di uno, non dovendo più ribaltare la differenza canestri.

 

BETALAND CAPO D’ORLANDO (22 PUNTI)

Ultime 3 partite: Trento (casa), Avellino (fuori), Pistoia (casa).

Grado di difficoltà: Due partite in casa contro avversarie in lotta per i playoff e la delicata trasferta contro una lanciatissima Avellino. ★★★ ½

Scontri diretti: 2-0 con Torino e Bologna, 1-1 ma in svantaggio con Cantù (-20), Brindisi (-2), Caserta (-6) e Varese (-3), 0-2 con Pesaro.

Stato di forma: Nel girone di ritorno, ne ha vinte 7 su 12 e l’arrivo di Boatright ha elevato il tasso tecnico della squadra: ★★★½

Commento: Il due a zero con Torino e Bologna risulterà determinante per la salvezza di una Betaland, che comunque dovrà fare attenzione ad un’eventuale arrivo a tre o più squadre con Pesaro dentro.

 

ACQUA VITASNELLA CANTU’ (20 PUNTI)

Ultime 3 partite: Bologna (casa), Pesaro (fuori), Varese (casa)

Grado di difficoltà: Tre scontri diretti anche per i brianzoli, con il derby all’ultima giornata fuori da ogni pronostico, anche per lei la chiave sarà la sfida con Bologna. ★★★½

Scontri diretti: 2-0 con Caserta, 1-1 ma in vantaggio con Capo d’Orlando (+20) e Torino (+3), 1-0 con Pesaro (+25), 0-1 con Bologna (-8) e Varese (-13), 0-2 con Brindisi.

Stato di forma: Due vittorie nelle ultime dieci gare disputate: ★★

Commento: La salvezza canturina passa per lo spareggio con Bologna di domenica prossima, che l’Acqua Vitasnella deve vincere assolutamente, cercando anche di ribaltare il meno otto dell’andata, altrimenti si giocherà il tutto per tutto a Pesaro, anche se con il 2 a 0 con Caserta, potrebbe essere sufficiente vincere il derby con Varese all’ultima, per salvarsi proprio a spese dei casertani.

 

PASTA REGGIA CASERTA (20 PUNTI)

Ultime 3 partite: Avellino (casa), Brindisi (fuori), Trento (casa)

Grado di difficoltà: Due partite in casa su tre, ma il derby con Avellino rischia di metter nei guai una Pasta Reggia oggettivamente in crisi, se non nel gioco, nei risultati. ★★★

Scontri diretti: 2-0 con Pesaro, 2-0 con Bologna, 1-1 ma in vantaggio con Torino (+2) e Capo d’Orlando (+6), in parità con Varese, 1-0 (+5) con Brindisi, 0-2 con Cantù.

Stato di forma: Nelle ultime otto, ha vinto solo con Pesaro: ★★

Commento: Deve augurarsi di non finire da sola a pari merito con Cantù, altrimenti in tutte le altre situazioni ha la classifica avulsa dalla sua parte, ma anche Caserta rischia.

 

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA (20 PUNTI)

Ultime 3 partite: Cantù (fuori), Torino (casa), Reggio Emilia (fuori)

Grado di difficoltà: Il calendario bolognese continua ad essere il più complicato, ****½

Scontri diretti: 1-1 ma in vantaggio con Varese (+2). 1-1 ma in svantaggio con Pesaro (-1) e Brindisi (-21), 1-0 (+8) con Cantù, 0-1 (-5) con Torino, 0-2 con Capo d’Orlando e Caserta.

Stato di forma: Tre vittorie nelle ultime sei gare: ★★★

Commento: Deve vincerne due per potersi giocare le sue chances di salvezza, altrimenti a quota 22 è quella che rischia di più, soprattutto se l’unica vittoria arrivasse con Reggio Emilia all’ultima giornata, lo spareggio di Cantù sarà in ogni caso fondamentale.

 

MANITAL TORINO (18 PUNTI)

Ultime 3 partite: Brindisi (casa), Bologna (fuori), Pesaro (casa)

Grado di difficoltà: Due in casa assolutamente alla sua portata e la trasferta chiave di Bologna ★★★

Scontri diretti: 1-1, ma in svantaggio con Cantù (-3) e Caserta (-2), 1-0 (+7) con Pesaro, con Bologna (+5) e con Brindisi (+3). 0-2 con Capo d’Orlando e Varese.

Stato di forma: Tre vittorie nelle ultime quattro partite: ★★★★

Commento: A quota 20 si salverebbe solamente se vincesse a Bologna e gli emiliani non ne vincessero una, altrimenti è costretta a vincerne almeno due e fare i conti con una classifica avulsa complicata, ma ha ancora il potenziale per vincerle tutte e tre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>