Venerdì a Cartoceto il 35esimo Premio Marche di bocce

CARTOCETO – Da Fano a Cartoceto, passando per una storia lunga 35 anni. Partito nel 1981 da Fano, il Premio Marche di bocce farà tappa a Cartoceto venerdì 15 aprile nel suo percorso itinerante voluto fortemente cinque anni fa. Il Teatro del Trionfo sarà lo spettacolare palcoscenico del gran galà del movimento boccistico marchigiano e questa mattina ha fatto da sede della conferenza stampa di apertura.

Presentazione35PremioMarche_1“E’ un onore ospitare questo evento – ha sottolineato il sindaco di Cartoceto, Enrico Rossi –, lo è ancor di più poterlo fare al Teatro del Trionfo, una bomboniera che stiamo recuperando nel suo valore artistico e storico. Quella delle bocce è una disciplina sportiva che, pur avendo insiti i valori agonistici, da sempre si contraddistingue per rispetto ed educazione. Il nostro territorio ha la fortuna di poter contare su una società come la bocciofila Lucrezia che negli anni ha saputo distinguersi non solo per gli eccellenti risultati sportivi, ma anche e soprattutto per la cura del settore giovanile”. Sulle eccellenze, del resto, si fonda la “notte delle stelle” delle bocce marchigiane, in cui riconoscimenti (una statuetta raffigurante la Dea della Fortuna) quest’anno andranno a Gelsomino Torcolacci (categoria dirigenti), Catena Services Srl (sponsor), La Combattente Asd Fano e Morrovalle Asd (società), Gabriele Salvucci (tecnici), Luca Santone, Matteo Lucchetti e Gabriele Marinelli (atleti). Previsti i premi speciali a Fabio Sturani ed Ernesto Mazzei, oltre a un premio straordinario alla memoria di Francesco Casturà.

Presentazione35PremioMarche_4Al Premio Marche (il cui inizio è in programma alle ore 18:30, dopo il consueto cocktail di benvenuto a cura della Pro Loco di Cartoceto e della bocciofila di Lucrezia) seguirà al ristorante Agli Olivi di Cartoceto la “Festa dei Campioni” con la premiazione degli atleti marchigiani vincitori di campionati nazionali nelle varie specialità e a squadre nella stagione agonistica 2015. “Il Premio Marche è un momento importante della nostra attività”, ha ribadito il presidente del Comitato regionale della Fib, Andrea Evangelisti, che ha presentato nei particolari una manifestazione arricchita dagli intermezzi musicali del Rossini Street Quartet e da ospiti illustri come il presidente nazionale della Federazione Italiana Bocce, Romolo Rizzoli, e in ambito sportivo, del presidente della Victoria Libertas Pesaro, Ario Costa. A curare la presentazione sarà Antonella Ciocca. “Il Comitato regionale della Federbocce è riuscito a mettere in piedi una manifestazione che si sa rinnovare – ha detto il presidente internazionale della Commissione Tecnica Arbitrale di bocce e delegato del Coni di Ancona, Fabio Luna – e che serve per ringraziare tutte quelle persone che lavorano in maniera silenziosa affinché si possano raggiungere risultati importanti. Di Premio Marche ne servirebbe uno al giorno per dare il giusto riconoscimento alle tante persone che lo meritano”. “Oggi sono qui – ha dichiarato il referente regionale per il mondo della scuola del Comitato Italiano Paralimpico, Tarcisio Pacetti – perché le bocce credono fortemente nel mondo paralimpico e in valori che sono difficilmente riscontrabili altrove”. Nel corso della conferenza stampa hanno portato il loro saluto il presidente del Comitato provinciale di Pesaro-Urbino della Fib, Floriano Mariani, e l’assessore alla cultura del Comune di Cartoceto, Matteo Andreoni, che molto si è speso perché quella numero 35 del Premio Marche possa essere un’edizione da ricordare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>