Treno, bici e bus: il Consiglio regionale dà il via libera alla proposta Biancani

di 

14 aprile 2016

Andrea Biancani in bici

Andrea Biancani in bici

ANCONA – “Treno, bicicletta, bus” per conciliare le esigenze dei pendolari e le aspettative dei turisti. Una programmazione e una regolamentazione per un sistema integrato dei trasporti che porti beneficio alla comunità marchigiana e sia fonte di attrazione turistica. ”Questi i contenuti della mozione, presentata dal presidente della Commissione Ambiente-Trasporti della Regione Marche Andrea Biancani, Pd, e che è stata approvata dal Consiglio regionale.

L’atto ha diversi obiettivi: agevolare gli spostamenti dei lavoratori e dei pendolari, disincentivare l’uso delle automobili, conservare l’ambiente, incrementare il cicloturismo con percorsi dedicati e la creazione di consorzi di bike hotel regolamentati da precisi criteri e requisiti.

Biancani individua alcune azioni da attivare tra cui: chiedere l’impegno delle società che effettuano trasporto su gomma a prevedere appositi spazi per il trasporto di biciclette al seguito; prevedere, tramite accordi tra Giunta regionale e società di trasporto ferroviario e su gomma, nell’ambito del rinnovo del contratto di servizio, la gratuità del trasporto della bicicletta al seguito sui treni regionali e interregionali, sugli autobus attrezzati; impegnare le società di trasporto ferroviario e su gomma ad una campagna di comunicazione ai cittadini per contribuire a modificare le abitudini dei viaggiatori a favore del servizio integrato treno/bicicletta/bus; sollecitare le società di trasporto a praticare agevolazioni reciproche ai viaggiatori che sottoscrivono un abbonamento unico integrato sulla rete regionale; valutare la possibilità di stanziare contributi per l’acquisto di biciclette pieghevoli solo per coloro che sottoscriveranno l’abbonamento integrato; incentivare, anche attraverso consorzi, la promozione dei Bike hotel e del cicloturismo.

“E’ importante – ha detto Biancani – promuovere lo sviluppo del trasporto combinato treno/bicicletta/bus intervenendo sulla struttura tariffaria, soprattutto in vista dei futuri rinnovi contrattuali che la Giunta regionale stipulerà a breve con le società di trasporto ferroviario e su gomma. Tariffe concordate che potranno andare incontro alle spese che pesano sui pendolari. Il trasporto integrato può rappresentare inoltre uno strumento di sviluppo per il turismo regionale.” Uno studio, commissionato dal Parlamento Europeo nel 2012, stimava che nel vecchio continente ci sono annualmente oltre 2,2 miliardi di escursioni in bici e 20 milioni di pernottamenti, con un impatto economico, su base annua, di 44 miliardi di Euro. Numeri che rendono chiara l’importanza di questo settore turistico e il conseguente ritorno economico che si avrebbe con un suo potenziamento, in tutta la regione.

La mozione è stata sottoscritta dai Consiglieri regionali Pd, Micucci, Giacinti e Giancarli e Boris Rapa di Uniti per le Marche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>