L’Aiac pesarese festeggia i suoi primi 50 anni

di 

15 aprile 2016

PESARO – Pesaro sempre più città dello sport. Sport come attività fisica, pratica sportiva diffusa, cura ed attenzione al proprio benessere, ma anche come sano atteggiamento sul campo di gara ed attenzione nei confronti dei giovani. Tutti questi aspetti saranno al centro di “Un altro calcio è possibile”, importante convegno organizzato dall’AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) della provincia di Pesaro e Urbino per celebrare i suoi primi 50 anni di attività e per sensibilizzare i tecnici del territorio.

LOGO_AIAC“L’AIAC ha per scopo la tutela degli interessi sportivi, morali ed economici degli allenatori calcio, e della loro qualificazione” afferma Lamberto Zauli. “Realizza i propri scopi sviluppando la propria organizzazione centrale – continua il presidente provinciale AIAC – in modo da poter essere un riferimento per gli allenatori e per le altre componenti del calcio. Puntiamo sulla formazione e proprio per questo motivo l’AIAC Pesaro-Urbino proporrà nelle prossime settimane il progetto AIAC EDU Giovani: una giornata di formazione per allenatori, educatori, formatori, dirigenti societari, genitori, dirigenti scolastici”.

“Lunedì 18 aprile alle ore 17 presso la sala del consiglio comunale di Pesaro – afferma Floriano Marziali (sett.giovanile scolastico) – focalizzeremo l’attenzione sui giovani del nostro territorio, proponendo un’occasione di incontro tra esperienze differenti. Sarà interessante confrontarsi sul funzionamento dei settori giovanili e scolastici a Pesaro , sulle metodologie di allenamento adottate tra i giovani, e sull’impatto degli educatori sui nostri giovani”.

L’allenatore Giorgio Ciaschini affronterà invece la differenza di approccio e di esperienze degli allenatori italiani rispetto ai tecnici stranieri. Vista la sua notevole esperienza estera, parlerà di multicultura e multirazzialità, e soprattutto di come si stia sviluppando l’integrazione dei giovani calciatori.

“L’evento sarà occasione per poter avere attenzione anche sul sociale”, dichiara il delegato nazionale Marcello Mancini. “Non solo ripercorreremo i primi 50 anni di storia di AIAC, ma presenteremo anche i nostri progetti futuri. Tra questi mi piace ricordare AIAC Onlus, nuova branca dell’Associazione – spiega Mancini – che si occupa di bambini ed adulti con disagi psicofisici. La nostra attenzione a queste tematiche testimonia l’importanza di un approccio etico del calcio e soprattutto socialmente utile e condiviso”.

Il convegno, alla presenza dell’Assessore al benessere del Comune di Pesaro Mila Della Dora e del Presidente del Coni provinciale Alberto Paccapelo, prevede infine un intervento a cura del prof. Francesco Balducci sulle nuove metodologie di allenamento calcistiche per i giovani. Saranno anche presenti il presidente provincia della Lega Nazionale Dilettanti Pasquale Mormile e il presidente della sezione provinciale AIA (Ass.Italiana Arbitri) Luca Foscoli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>