Tanti auguri a nonno Pino: il mitico Giuseppe Agostini da Candelara ha compiuto 100 anni

di 

16 aprile 2016

PESARO – Quando Giuseppe Agostini, per tutti “Pino”, ha aperto gli occhi sulla vita – il 13 aprile 1916 – il mondo stava cambiando. In quell’anno Albert Einstein pubblicava la teoria sulla relatività. In Italia, i primi di aprile gli austriaci bombardavano Ancona, mentre in America Pancho Villa aveva da poco scatenato le ire degli Stati Uniti conducendo 1.500 guerriglieri messicani nell’attacco alla città di Columbus, in Nuovo Messico.

Sono passati cento anni da allora, tanta storia ha attraversato la vita di Pino da Candelara, tante vicissitudini, tante difficoltà, ma anche tanti momenti belli, passando senza batter ciglio dal 20esimo al 21esimo secolo.

La storia di Pino
I tempi sono veramente duri in quel 1916, c’è la miseria e la fame, c’è la guerra e a 6 mesi rimane orfano della madre Fulvia. Dopo le elementari inizia giovanissimo a lavorare come manovale edile. Lavoro molto pesante e faticoso ma indispensabile per sopravvivere. Passano gli anni e allo scoppio della Seconda guerra mondiale è richiamato alle armi. Caporal maggiore di artiglieria, partecipa alla Campagna in Albania. Fatto prigioniero dai tedeschi, trascorre un lungo periodo in condizioni di estrema difficoltà tra freddo, fame, umiliazioni e disperazione. E’ stata molto dura, ma alla fine del conflitto torna a casa. Riceve la Croce al Merito di Guerra. La vita continua, Pino riprende a lavorare e nel 1947 sposa Maria. Tifa per l’Inter e per Bartali. Frequenta il circolo Acli di Candelara e con i suoi tanti amici gioca a carte. Fino a 90 anni gira in paese in bicicletta.  Dal 2009 è ospite della casa di riposo “Santa Colomba”.

La festa
E dunque son 100 le candeline per nonno Pino. Il traguardo è stato raggiunto con una grande festa a Santa Colomba, circondato dall’affetto dei suoi cari. A festeggiarlo ieri pomeriggio anche l’assessore comunale alla Solidarietà Sara Mengucci. Aspettando l’appuntamento di domenica 24 aprile, quando al pomeriggio tutti i candelaresi tributeranno un giusto onore nell’oratorio adiacente alla Pieve a un uomo dai modi gentili ed educati, amatissimo da chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo.

Auguri nonno Pino dalla redazione di pu24.it.

Nonno Pino Agostini

Nonno Pino Agostini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>