myCicero inarrestabile: contro Caserta arriva il 13° pieno a fila che vale la semifinale playoff

di 

17 aprile 2016

MYCICERO PESARO – KIOTO CASERTA 3-2
MYCICERO PESARO: Sestini 7, Mezzasoma 4, Arciprete 24, Mastrodicasa 1, Di Iulio, Liliom 4; Ghilardi (L), Zannini, Gennari 8, Bordignon 12, M’Bra 14, Di Marino 5. All. Bertini
KIOTO CASERTA: Casillo 8, De Lellis 1, Harelik 12, Facchinetti 5, Percan 12, Lotti 19; Porzio (L), Barone, Gabbiadini 8, Galazzo 1, Torchia 4. N.e.: Acquino, Paioletti, Botarelli All. Gagliardi
ARBITRI: Pecoraro e Licchelli
PARZIALI: 25-20, 23-25, 22-25, 25-18, 15-12
NOTE
myCicero: battute sbagliate 12; battute vincenti 5; ricezione 76% (prf. 35%); attacco 37%; errori 30; muri 9. Kioto: battute sbagliate 9; battute vincenti 1; ricezione 72% (prf. 38%); attacco 31%; errori 31; muri 11. Il presidente di Pluservice Fanesi ha regalato a tutti i tifosi i “baffi”, simbolo dello sponsor myCicero

myCicero Volley Pesaro-ForlìPESARO – La myCicero è inarrestabile: non solo vince subito la frazione che la fa volare in semifinale ma si permette anche il lusso, con chi ha giocato di meno, di inanellare il tredicesimo risultato utile consecutivo.

In avvio di frazione, ti aspetti la Kioto e invece è Pesaro a partire a razzo con tre attacchi precisi (due di Arciprete e uno di Mezzasoma) e un errore di Caserta: il risultato è 4-0 e Gagliardi si gioca subito il primo time out discrezionale. Dalla pausa rientra però un’altra Kioto e con un controparziale di 5-0, con la De Lellis in battuta, si porta addirittura in vantaggio (5-4). E la striscia campana continua fino all’8-5. Il match prosegue a strappi tra break e controbreak: adesso è Pesaro a farne un altro e a impattare sul 9 pari.  Altro piccolo strappo delle padrone di casa con Mezzasoma e Liliom ed è 12-10 per la myCicero. Mastrodicasa e compagne prendono un piccolo vantaggio di 3 punti sul 16-13. Si procede con questo margine fino al 22-19 quando Gagliardi si gioca anche il secondo time out discrezionale. Ma è tutto vano, Mastrodicasa, con una fast, e Harelik, con un attacco out, regalano la semifinale, con la Saugella Monza, alla myCicero.

Nella seconda frazione, Bertini da spazio a chi finora ha giocato meno. Le uniche titolari restano Sestini e Arciprete. La frazione scorre via sui binari dell’equilibrio fino al time out tecnico in cui ci arriva per prima la Kioto (11-12). Tentano una piccola fuga le campane sul 16-14 ma Pesaro, con un parziale di 3-0 con M’Bra (autrice anche di un ace) ribalta la situazione (16-17). Da qui in poi si procede ancora punto a punto fino a che la Kioto, dopo il time out discrezionale di Pesaro, tenta un altro allungo (22-20) che la myCicero impatta prontamente con Arciprete e un errore in attacco delle nerofuxia (22 pari). Ma un attacco di Gabbiadini e due errori, sempre in questo fondamentale, di Bordignon pareggiano i conti.

Terza frazione che vede subito Caserta volare sul 5-1 con Bertini che si gioca subito il primo time out discrezionale. La Kioto, complice anche qualche imprecisione delle locali, tenta la fuga (12-5). Un attacco e un ace consecutivo di Bordignon sembrano suonare la scossa pesarese ma la Kioto restituisce il “favore” mantenendo il distacco inalterato (14-7). Pesaro da segni di risveglio e due ace di fila della Gennari la riportano sotto (13-16). Bertini prova ancora a tenere in vita la frazione chiamando time out sul 15-20 per le ospiti. E la pausa produce i suoi frutti: M’Bra, Di Marino (muro), Gennari (in battuta) e Bordignon, in attacco, riportano la myCicero a -1 (22-23) ma un attacco di seconda di De Lellis e un muro di Lotti chiudono la frazione in favore delle ospiti campane.

Quarta frazione che inizia con Pesaro che ha un altro piglio e parte a razzo. I muri cominciano a diventare il fondamentale decisivo: tre di fila (Gennari, Di Marino e Arciprete) fanno volare Pesaro sul 6-0. Le padrone di casa continuano il martellare e arrivano fino al 9-0. Il primo punto delle casertane lo firma un pallonetto in posto 5 della Lotti. Nel frattempo, Gagliardi si è già giocato i due time out discrezionali e ha fatto ruotare le sue giocatrici. Pesaro tiene sempre in pugno la frazione che ha poco da raccontare. Un attacco di Arciprete chiude la contesa e ci si arriva così a giocare la partita (ormai valida solo per la statistica) al tie break.

Quinto parziale che vede la myCicero sempre avanti di un paio di punti: si cambia campo sull’8-6 per le padrone di casa. Piccolo break ancora delle rossoblù che arrivano fino al massimo vantaggio di +4 (11-7). Controparziale di 3-0 della Kioto (10-11) che riapre la frazione ma Pesaro tiene e con una fast Di Marino unita ad un attacco sporco di M’Bra si porta sul 14-11. Un attacco di Arciprete (ottima la sua performance con 24 punti) regala la tredicesima perla consecutiva alla myCicero.

“Sono felicissima sia per la conquista della semifinale che per la prestazione personale – commenta così Gennari al termine della contesa – Penso che avremo un leggero vantaggio rispetto a Monza perché ora la Saugella dovrà entrare in questo clima, quello dei play off, che è molto particolare. Ma continuiamo a goderci questo meraviglioso sogno: abbiamo già fatto tanto ma non siamo appagate”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>