Controllo del Vicinato Fano: in 900 aderiscono al gruppo Fb che unisce sicurezza a volontariato

Letizia Conter*

FANO – Siamo circa 900 Cittadini. Dopo circa quindici giorni dalla proposta e dalla nascita del Gruppo Facebook “Controllo del Vicinato FANO“, l’iniziativa sta riscuotendo una risposta molto positiva e le adesioni aumentano di giorno in giorno.
L’idea del “Neighbourhood Watch”, cioè di questo “vicinato vigile e consapevole”, ha trovato un ottimo riscontro tra i fanesi, che stanno manifestando tanta voglia di darsi da fare seriamente per contribuire alla sicurezza della nostra città. Ognuno nel suo piccolo; ognuno tiene ben aperti gli occhi per apportare il proprio contributo a tutta la Comunità.

Letizia Conter

Letizia Conter

Da un sondaggio effettuato online proprio sul Gruppo, è emersa anche la netta volontà di proseguire nel progetto aderendo, a livello di Comune, all’Associazione Controllo del Vicinato (www.controllodelvicinato.it), al fine di creare l’auspicata sinergia tra Amministrazione Comunale, Cittadini e Forze dell’Ordine.  Ricordo che l’Associazione Controllo del Vicinato è assolutamente apolitica e gratuita, è una rete territoriale di volontari che forniscono consulenza e supporto alle Amministrazioni Comunali, alle associazioni locali di abitanti che intendono sviluppare nel proprio territorio programmi di sicurezza residenziale e organizzarsi in gruppi di “controllo del vicinato”. Sono personalmente in contatto con l’Associazione Controllo del Vicinato: si sono resi disponibili ad un incontro o comunque ad un colloquio diretto con Sindaco o Assessore Alla Legalità per avviare il processo di adesione del nostro Comune, nonché ad organizzare una serata informativa per i cittadini.

L’Associazione Controllo del Vicinato ha dunque fornito la massima disponibilità a supportarci nel nostro percorso. Noi Cittadini ci siamo. Stiamo andando avanti con entusiasmo, uniti non solo per dare voce ad un’iniziativa che riguarda la sicurezza della nostra Città, ma pronti ad offrire tutto il supporto necessario ad un programma di cui non i Cittadini, ma l’Amministrazione avrebbe dovuto essere il vero promotore. Ma dov’è l’Amministrazione Comunale di Fano?  Se non sbaglio l’Assessore Mascarin ha pubblicamente dichiarato “mi prendo l’impegno di confrontare questa proposta con le Forze di Pubblica Sicurezza“. Ebbene: qual è l’esito di questo “confronto”? Ad oggi nessuna risposta. Assistiamo alla consueta inerzia dell’Amministrazione, in contrapposizione ad un numero sempre più crescente di cittadini volenterosi, che intendono rendersi parte attiva nel processo di miglioramento della Qualità di Vita della nostra Città. La nostra Sicurezza non può aspettare. Lo dobbiamo a noi stessi, ma soprattutto ai nostri figli.

*Vice-Segretaria FDI-AN, Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>