I progetti del Pd pesarese: “Rigenerare i Circoli e vincere il referendum Costituzionale”

di 

22 aprile 2016

PESARO – “Dopo tante sfide vinte quest’anno sarà l’anno dei Circoli”. Inizia così il segretario provinciale Pd, Giovanni Gostoli, alla conferenza stampa di ieri in via Mastro Giorgio insieme al segretario provinciale dei Giovani democratici, Giovanni Monaldi, e l’organizzatore provinciale Pd Alessandro Mengarelli. “Oggi presentiamo “Progetti in Circolo” in una giornata simbolica: vent’anni fa la prima vittoria dell’Ulivo – ha continuato Gostoli – “Molti ragazzi impegnati nel Pd e nel governo delle città sono figli di quella stagione. In questi anni è cambiato tutto, anche nei modi di fare e vivere la politica. Una cosa unisce tempi diversi: la voglia di far crescere il Pd. Era un sogno, oggi è una nuova realtà che cammina insieme ai Giovani Democratici”

Da sinistra a destra: Alessandro Mengarelli, Giovanni Gostoli e Giovanni Monaldi

Da sinistra a destra: Alessandro Mengarelli, Giovanni Gostoli e Giovanni Monaldi

Prima di illustrare i progetti Gostoli ha parlato del lavoro fatto nell’ultimo anno: “Passo dopo passo siamo impegnati a costruire un partito che torna ad essere protagonista dei temi più importanti del territorio”. Agricoltura e nuovo Prs Marche, unione e fusione dei comuni, Fano Grosseto, sanità e donne democratiche sono stati i temi significativi che ha coinvolto le assise democratiche. “Quest’anno ci dedicheremo ai servizi pubblici locali e ai temi del lavoro. Andremo a vincere insieme il Referendum Costituzionale: vogliamo raggiungere il miglior risultato delle Marche”, ha affermato il segretario democrat. “In più abbiamo pensato di promuovere dieci progetti per i circoli che servono a rigenerare il Pd. I Circoli sono la cosa più preziosa, il tratto distintivo del Pd. Ci sono alcune realtà che funzionano, altre meno. Dedicarsi ai circoli è oggi più che mai importante anche per prepararci al meglio alla sfida delle amministrative 2019”. “L’idea è quella di fare rete tra i circoli” – continua Mengarelli – “un nuovo metodo di lavoro che vuole promuovere il volontariato che è la forza più grande del Pd. Ogni progetto coinvolgerà alcuni circoli di tutta la provincia, si svilupperà nel corso dell’anno e possono diventare una buona pratica da ripetere in altre realtà”.

Una parola chiave è legata a ogni progetto: “aperto” è la parola dedicata al progetto comunicazione, social network e nuove forme di partecipazione. “coraggio” è la sperimentazione di incontri dei circoli Pd nei territori di confine con i circoli della provincia di Ancona, della provincia di Perugia e della provincia di Rimini; “fantasia” è il tuor nei garage che fanno i Giovani democratici per parlare di politica con i giovani; mentre la parola “rinascere” sarà un progetto legato a recuperare i circoli nelle frazioni e aprire le adesioni ai circoli tematici, in particolare sanità, trasporti e università; poi “identità e bellezza” tratterà di come raccontare la politica con parole e forme nuove, immaginare le nuovi sedi del Pd che possano ospitare associazioni, eventi culturali e incontri; “memoria” impegnerà alcuni circoli a raccogliere testimonianze, lavorare a pubblicazioni, organizzare convegni e viaggi nei luoghi della memoria; “sapere e saper fare” per la formazione politica; “ascoltare” sarà un viaggio nel territorio del segretario provinciale e della segreteria per parlare con gli iscritti al pd vecchi e nuovi; e poi il viaggio alla scoperta dei luoghi di “innovazione” e del lavoro; e altri “idee” più locali dei circoli che possono mettere insieme più realtà. Insomma, “fare squadra” dice l’organizzatore provinciale Mengarelli.

“E’ una straordinaria occasione per far conoscere anche i Giovani democratici” – prosegue Giovanni Monaldi – “Non vogliamo essere l’ufficio giovani del Pd, ma una realtà protagonista, autonoma, uno spazio propositivo e una palestra del partito. I ragazzi sono interessati alla politica – aggiunge il segretario dei Gd Monaldi – noi vogliamo vivere l’umanità della politica. Siamo la generazione cento per cento democratica nati con il Pd e vogliamo strutturarci nel territorio collaborando alla progettualità del Pd provinciale per crescere insieme dalla costa all’entroterra”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>