Massimo Domenicucci eletto presidente regionale della Fand, Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili

di 

27 aprile 2016

PESARO – Presso la sede regionale ANMIL di Ancona, il comitato regionale della FAND Marche, costituito dai Presidenti regionali delle singole Associazioni federate più due rappresentanti scelti dalle stesse organizzazioni, hanno eletto Presidente Regionale della stessa Federazione il Presidente Regionale ANMIC Dott. Massimo Domenicucci.

E’ la prima volta che un pesarese è chiamato a ricoprire un incarico associativo così importante una grande sfida in un momento storico molto difficile.

Massimo Domenicucci

Massimo Domenicucci

La FAND è la Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili e comprende l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili, l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro,  l’Ente Nazionale Sordomuti, l’Unione Italiana Ciechi, l’Unione Nazionale Mutilati per Servizio, l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e l’Associazione Nazionale Guida Legislazioni Andicappati Trasporti. La stessa è organizzata, su tutto il territorio nazionale in comitati provinciali, comitati regionali inoltre organi centrali, a livello nazionale, sono l’Assemblea, il Comitato Esecutivo e il Presidente.

Il Comitato Regionale FAND vigila sull’applicazione in ambito regionale delle deliberazioni assunte dall’Assemblea Nazionale e dal  Comitato esecutivo e stabilisce le iniziative da adottare nella regione. Il neo presidente Domenicucci ha affermato che cercherà, da subito, di “far valere il grosso ruolo politico che può e deve avere una federazione che mette insieme, sul territorio marchigiano più di 35.000 iscritti alle varie organizzazioni e più di 60.000 assistiti. Chiederemo subito incontri con le Istituzioni regionali per affrontare, con spirito di collaborazione ma anche rivendicativo, le numerose criticità presenti nella sanità, nel mondo del lavoro e nella gestione dei servizi sociali, metteremo a disposizione l’esperienza di chi da anni, ogni giorno è presente sul territorio affianco a chi soffre e necessità di assistenza”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>