Fano, la Polizia interrompe bivacchi abusivi in un casolare. Fermati anche ladri di biciclette e di cosmetici

di 

29 aprile 2016

FANO – All’alba di oggi, gli agenti della Polizia di Fano hanno fatto irruzione in un casolare abbandonato, di proprietà comunale, nella zona della “Pista Zengarini” nel quartiere “Trave”, dove erano segnalate da parte di alcuni residenti la presenza di persone che bivaccavano all’interno. Nel corso del controllo venivano identificati ed accompagnati in Commissariato per accertamenti due extracomunitari nordafricani, risultati in possesso di regolare permesso di soggiorno ma già conosciuti alle Forze di Polizia per reati contro il patrimonio. All’interno dello stabile, al momento disabitato, venivano rinvenuti materassi e giacigli di fortuna, tre biciclette di probabile origine furtiva ed alcuni prodotti di elettronica anch’essi di dubbia provenienza. Nella circostanza sono stati attivati i competenti uffici comunali per la rapida chiusura degli accessi dello stabile, in modo da prevenire ed impedire ingressi e stazionamenti abusivi.

auto-poliziaUlteriori controlli effettuati nel centro storico durante orari notturni, hanno permesso di rintracciare altri stranieri, anche loro di origine nordafricana, già conosciuti alle Forze di Polizia per aver commesso furti, notati aggirarsi con fare sospetto all’interno delle mura romane. Uno di loro, riconosciuto dagli agenti del Commissariato quale l’autore del furto di una bicicletta elettrica del valore di 1000 euro, consumato poco prima all’interno di un parcheggio chiuso, sotterraneo, di via Roma, è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria. Gli immediati accertamenti consentivano di individuare il ricettatore della bicicletta, un 34enne rumeno, che dopo averla acquistata dal ladro per 40 euro, l’aveva occultata all’interno di un garage, nel quartiere Sant’Orso. L’uomo veniva quindi denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione e la bicicletta, una volta recuperata, veniva riconsegnata al proprietario.

Nell’orario di chiusura degli esercizi commerciali del centro storico di sabato scorso, inoltre, la volante del Commissariato fanese è intervenuta in seguito di un furto di varia merce dal negozio “Acqua e Sapone” in via XXIV Maggio. Nella circostanza il titolare dell’esercizio, accortosi del furto, andava all’inseguimento del ladro, poi risultato un egiziano di 33 anni già noto alle Forze dell’Ordine. Le indicazioni fornite dalla commerciante permettevano alla Polizia di raggiungere il fuggiasco in via Ceccarini. L’uomo, una volta identificato, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria. La refurtiva, del valore di circa 150 euro, veniva recuperata e riconsegnata alla proprietaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>