Enrico Mattei 1906-2006: ad Acqualagna 110esimo anniversario della nascita

di 

30 aprile 2016

ACQUALAGNA – Su una parete dell’Istituto Comprensivo Statale Enrico Mattei si può ammirare, da ieri 30 aprile, un murales dedicato a Enrico Mattei, nato ad Acqualagna il 29 aprile 1906. Acqualagna, in occasione della commemorazione del 110esimo anniversario della nascita del suo più illustre concittadino, ha dedicato alla sua gloriosa memoria una due giorni di eventi, incontri, dibattiti e un murales che raffigura il Fondatore dell’Eni con sfondo la Gola del Furlo stilizzata. Ieri (30 aprile) la cerimonia di inaugurazione dell’opera alla presenza del sindaco Andrea Pierotti, del preside dell’Istituto scolastico Eugenio Grottola, dei numerosi studenti che hanno contribuito al progetto guidati dagli insegnanti di arte e immagine, Myriam Draghini e Gianluca Granci.

“110 anni fa nasceva ad Acqualagna Enrico Mattei, nostro più illustre concittadino, grande protagonista della storia economica italiana del dopoguerra” – ha dichiarato il sindaco Pierotti rivolto alla platea di studenti. La sua azione per la ripresa economica del Paese ha lasciato un’eredità che oggi è più che mai attuale. Desideriamo imprimere ancora di più nella memoria di noi tutti i valori che ci ha lasciato e ci auguriamo che quest’opera sia da stimolo per gli studenti affinché possano approcciarsi allo studio con la stessa passione, ricerca, interesse e sfida per il futuro che hanno contraddistinto l’esperienza di un personaggio chiave della storia del dopoguerra”. Ha concluso il sindaco Pierotti che, per l’iniziativa, ha ricevuto, attraverso un telegramma, l’apprezzamento da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Il 110^ anniversario della nascita di Enrico Mattei – si legge nel messaggio di Mattarella – è un’occasione per ricordare una personalità tra le più significative del dopoguerra, e che a pieno titolo fa parte dei costruttori della Repubblica Italiana. Protagonista della ripresa economica ha contribuito alla crescita civile e sociale della nostra comunità nazionale. La sua visione del mondo e il desiderio di superare squilibri a noi sfavorevoli – scrive Matterella -sono stati preziosi per il rilancio dell’Italia negli scenari globali e per la costruzione di rapporti equi con i Paesi di nuova indipendenza”.

Le celebrazioni del 110esimo anniversario hanno avuto inizio il 29 aprile con la proiezione e dibattito sull’ “Omicidio di Pier Paolo Pasolini. Il Parlamento indaghi per la verità” al quale hanno preso parte il regista David Grieco, la produttrice Marina MarzottoStefano Maccioni, legale di Guido Mazzon, cugino di Pasolini (che nel 2009 fece riaprire l’indagine sulla morte dello scrittore, poi archiviata il 25 maggio 2015), e con i parlamentari Paolo Bolognesi e Serena Pellegrino, primi firmatari della proposta di legge che istituisce la Commissione parlamentare d’inchiesta monocamerale per la verità sull’omicidio di Pasolini e che prevede inoltre di approfondire i possibili collegamenti tra l’omicidio di Pasolini e quello di Enrico Mattei

Le immagini relative all’inaugurazione del murales nell’Istituto comprensivo Enrico Mattei:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>