Nascondevano la cocaina in un bar di Montelabbate: arrestati 2 giovani spacciatori albanesi

di 

7 maggio 2016

Polizia al lavoro nella notte

Polizia al lavoro nella notte

MONTELABBATE – Personale della polizia di Stato in servizio presso la squadra mobile della Questura di Pesaro, unitamente a quello del commissariato di Urbino, nell’ambito di un’operazione mirata al contratto del traffico di stupefacenti, ha tratto in arresto un 37enne già noto alle forze dell’ordine e un 22enne, entrambi albanesi,  residenti nel Pesarese, per i reati di spaccio e detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.

In particolare i poliziotti, nel corso della consueta attività di monitoraggio degli ambienti frequentati da assuntori di stupefacenti, acquisivano elementi circa l’esistenza di un fenomeno di spaccio nella zona di Montellabate, nei pressi di un frequentato bar, che richiamava anche acquirenti dell’entroterra. Conseguentemente venivano effettuati servizi di osservazione, nel corso dei quali venivano documentati i contatti fra i due cittadini albanesi e personaggi noti in quanto consumatori di cocaina.

Nel pomeriggio di venerdì, il 5 maggio, gli agenti avevano modo di assistere allo scambio di una dose di cocaina e denaro fra uno dei due stranieri, il 22enne, e un cliente. Entrambi venivano bloccati e la dose ceduta, circa un grammo di sostanza, veniva recuperata. Contestualmente i poliziotti procedevano a fermare anche il complice dello spacciatore, ovvero un 37enne suo connazionale, che stazionava poco lontano con funzioni di vedetta. Il successivo controllo all’interno della toilette del bar consentiva di rinvenire, occultate nel collettore dello scarico, ulteriori 3 dosi di cocaina mentre la ricerca, estesa anche all’estero del locale, in corrispondenza di una siepe ove i due sospettati erano stati visti soffermarsi nel corso dei servizi di appostamento, permetteva di rinvenire un involucro contente 15 dosi di cocaina. In totale la sostanza recuperata e sequestrata risultava ammontare a circa 20 grammi, per un valore di circa 1.500-2.000 euro.

Conseguentemente i due stranieri venivano tratti in arresto. Gli stessi, nella giornata di ieri, sottoposti a giudizio direttissimo presso il Tribunale di Pesaro, venivano condannati rispettivamente a mesi 10 di reclusione con pena sospesa il 22enne, che veniva contestualmente espulso dall’Italia, e ad un anno e due mesi di reclusione il 37enne. Emergeva inoltre che i due albanesi erano nel tempo divenuti veri e propri punti di riferimento per lo spaccio per i consumatori della zona e dell’entroterra, fra i quali vi erano sia giovani, comunque maggiorenni, che persone adulte, della più varia estrazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>