Sulla giostra dei playoff del basket con pu24.it: i nostri pronostici

di 

7 maggio 2016

PESARO – Senza neanche il tempo di metabolizzare, si riparte subito con la giostra dei playoff, a meno di 72 ore dalla fine del regular season che, oltre alla retrocessione di Bologna, ha sancito le magnifiche otto che da stasera proveranno ad aggiudicarsi lo scudetto. Sogno neanche troppo proibito, considerando che non c’è stata una vera e propria dominatrice in regular season e la stessa Armani, che alla fine è arrivata prima come da pronostico, concludendo con un record di 22 vittorie e 8 sconfitte, sette delle quali arrivate in trasferta come una provinciale qualunque.

Potrebbe essere arrivato il turno per Reggio Emilia di aggiudicarsi il suo primo scudetto, ma la sorte gli ha “regalato” la peggiore avversaria possibile nei quarti di finale, ovvero i campioni d’Italia in carica del Banco di Sardegna Sassari che, al di là dei problemi avuti finora, rimangono degli avversari scomodissimi da superare. Attenzione anche alla Sidigas Avellino che giocherà libera da ogni pressione, anche se in un’eventuale semifinale dovrà affrontare la vincente di Reggio Emilia-Sassari, mentre Cremona potrebbe essere la mina vagante, soprattutto quando e se potrà contare su Luca Vitali.

Molte squadre si sono rinforzate in vista dei playoff, con nuovi giocatori tesserati giusto in tempo per debuttare nella post season e non è facile sapere oggi quale sarà il loro impatto, perché Jeremy Pargo – tesserato da Venezia – è uno che è stato protagonista prima nella Nba e poi in Eurolega – con la maglia del Cska Mosca – mentre Williams Cummings a Trento, Derek Needham a Reggio Emilia, Ousman Krubally a Venezia e Taylor Ongwae a Avellino potrebbero essere delle incognite sia per le squadre che li hanno tesserati, sia per gli avversari, che non hanno avuto il tempo di studiare le loro caratteristiche.

I quarti di finale saranno al meglio delle cinque partite, con la formula due-due-uno (gara uno, due e cinque in casa della migliore classificata, terza e quarta ospitate da quelle messe peggio) mentre semifinali e finale saranno al meglio delle sette e si potranno vedere su Raisport e su Sky, che garantiranno la copertura quasi totale dell’evento. Si partirà oggi pomeriggio alle 18.15 con Avellino e Pistoia, mentre alle 20.45 sarà il turno di Reggio Emilia-Sassari. Domani alle 19.30 Milano-Trento e alle 20.30 Cremona-Venezia.

Anche quest’anno vi forniamo una breve panoramica sulle otto squadre coinvolte e il nostro pronostico, pronti a fare brutta figura, su dei playoff che non lasceranno troppo tempo per leccarsi le ferite, dove gli infortuni avranno come sempre la loro rilevanza – con i roster che non potranno più essere modificati – così come il fattore C, anche se alla fine vincerà lo scudetto la squadra che magari non giocherà meglio, ma che riuscirà a gestire meglio la pressione di giocare ogni 48 ore.

1° EMPORIO ARMANI MILANO VS 8° DOLOMITI ENERGIA TRENTO

Milano sarà pronta a riconquistare lo scudetto, dopo la delusione della scorsa stagione? E, soprattutto, riuscirà a imporre la profondità di un roster superiore rispetto alle concorrenti? Probabile, ma non ci scommettiamo troppo se guardiamo quello che ha combinato finora, soprattutto in campo europeo che rimane la vera cartina di tornasole dello stato di forma di una squadra, perché ti costringe a giocare ogni tre giorni e non hai troppo tempo per recuperare le energie fisiche e mentali.

L’Armani si troverà di fronte Trento, che magari qualche problemino in più l’ha avuto rispetto alla scorsa stagione, ma che ha già affrontato ed eliminato Milano nei quarti di finale d’Eurocup e che non sembra nutrire timori reverenziali nei confronti della corazzata milanese. Coach Buscaglia fa giocare alla sua Dolomiti Energia il solito basket essenziale ma spettacolare, con l’ultimo arrivato Will Cummings che potrebbe diventare un fattore, anche se dovrà essere Julian Wright a trascinare i compagni.

GLI UOMINI CHIAVE
Milano, in assenza di Gentile, continuerà ad affidarsi a Krunoslav Simon, guardia croata dal tiro mortifero e con il giusto bagaglio d’esperienza per essere protagonista anche nei playoff, mentre Trento chiederà il massimo a Davide Pascolo, centro atipico che avrà il compito di mettere in difficoltà la batteria di lunghi milanesi, con il suo gioco molto tecnico dentro l’area colorata.

IL NOSTRO PRONOSTICO
Avranno subito il loro peso gli infortuni, con Andrea Cinciarini – appena rientrato a Sassari – che ha accusato un nuovo problema al quadricipite, dopo un’assenza di 45 giorni, senza dimenticarsi della situazione problematica di Alessandro Gentile, che dovrà accelerare le tappe del suo recupero. Ma anche Trento non sa quando potrà recuperare Peppe Poeta, assenze che avranno il loro peso, soprattutto perché riguardano giocatori italiani di indubbio valore. Non sarà comunque il classico tre a zero annunciato, quando la prima incontra l’ottava e Milano dovrà spingere al massimo per avere ragione di una Dolomiti Energia libera da ogni pressione: Milano – Trento 3-1

2° GRISSIN BON REGGIO EMILIA – 7° BANCO DI SARDEGNA SASSARI

Difficilissimo da prevedere fino all’ultimo secondo della regular season, ma la dea bendata ci ha riservato subito il remake della finale scudetto dello scorso anno, assicurandoci il quarto di finale sicuramente più spettacolare. E non potrebbe essere altrimenti quando si affrontano queste due formazioni, con Reggio Emilia che si affiderà come sempre al suo nucleo italiano, anche se non ha lasciato nulla di intentato, ingaggiando la guardia Derek Needham, rinforzando un reparto esterni che ha già tanti punti nelle mani, anche se saranno sempre i “grandi vecchi lituani” – Kaukenas e Lavrinovic – a fare la differenza.
Sassari da parte sua, dopo un inizio di stagione complicato e relativi cambi di allenatore, sembra aver trovato la quadratura del cerchio e rimane una squadra dal potenziale altissimo, con talenti del calibro di David Logan e Varnado, abituati a giocare per lo scudetto. Da valutare l’impatto tecnico di coach Pasquini – alla sua vera prima esperienza importante – e il grado di forma di una Dinamo che non vuole scendere dal trono.

GLI UOMINI CHIAVE
Amedeo Della Valle è pronto per disputare dei grandi playoff, con le sue triple da sette metri e la capacità di difendere su qualsiasi esterno avversario, dal play all’ala piccola, in una Grissin Bon che si aspetta grandi cose anche da Achille Polonara, leggermente in ombra finora. Nel talento individuale che compone il roster di Sassari, ci giochiamo la carta Joe Alexander, che quando è in giornata può essere devastante per la facilità con cui può variare le sue soluzioni offensive, dal tiro da fuori a dei spettacolari alley-oop.

IL PRONOSTICO DI PU24
Il PalaBigi di Reggio Emilia è stato violato sola una volta in questa stagione e guarda caso, proprio da Sassari, prepariamoci così ad una serie lunga e spettacolare, con l’augurio, da spettatori neutrali, che si arrivi a gara cinque, dove la Grissin Bon partirebbe leggermente favorita: Reggio Emilia – Sassari 3-2

3° SIDIGAS AVELLINO – 6° GIORGIO TESI GROUP PISTOIA

Due stati di forma completamente diversi, con Avellino che ha disputato un grandissimo girone di ritorno, mentre Pistoia ha acciuffato i playoff solamente all’ultimo respiro, dopo un’eccellente avvio, dove è stata anche per una giornata capolista solitaria. Coach Pino Sacripanti proverà a rompere le uova nel paniere alle cosiddette big, con la reale possibilità di arrivare più avanti possibile, grazie all’indubbio talento di James Nunnally – Mvp del campionato secondo la Legabasket – e alla guida di Marques Green, che non segnerà più 30 punti ogni sera, ma che continua a mangiare pick and roll a cena e colazione.
Pistoia giocherà con la tranquillità di chi è stata invitata al grande ballo, senza preoccuparsi di uscire con il titolo di reginetta, soddisfatta del traguardo raggiunto, grazie all’eccellente stagione di Alex Kirk e Preston Knowles, con coach Esposito che ha saputo ribaltare i pronostici della scorsa estate che davano la sua Giorgio Tesi Group nel gruppone delle pericolanti.

GLI UOMINI CHIAVE
Ivan Buva è pronto ad uscire dalla panchina per dare il suo contributo ad un reparto lunghi che può contare anche su Cervi e Leunen e che dovrà fare la differenza contro una Giorgio Tesi Group che sarà guidata da Ronald Moore, playmaker ordinato e in grado di guidare con autorità i compagni.

IL PRONOSTICO DI PU24
Forse il quarto di finale più scontato, anche se Pistoia giocherà tranquilla e felice del risultato raggiunto, ma la Sidigas è pronta per i grandi palcoscenici: Avellino – Pistoia 3-0

4° VANOLI CREMONA – 5° UMANA VENEZIA

Altro quarto di finale molto interessante, che mette di fronte due squadre pronte a diventare grandi, con Cremona che ha costruito le sue fortune sull’asse Vitali-Cusin, anche se il play della Nazionale italiana è ai box dopo l’operazione subita un mesetto fa al piede destro e potrebbe rientrare solo in un’eventuale finale scudetto. Così toccherà a Deron Washington e Tyrus McGee assumersi le responsabilità di trascinare Cremona, al suo debutto nei playoff, con coach Cesare Pancotto – miglior allenatore secondo la Legabasket – fresco di rinnovo fino al 2018 e pronto a compiere un’impresa storica per la Vanoli e tutta Cremona.
Ma Venezia non starà a guardare e gli arrivi di Jeremy Pargo e Ousman Krubally vanno a potenziare un roster ben collaudato, con coach De Raffaele che dovrà essere bravo a gestire una rotazione più lunga del consueto, dove Tomas Ress farà da chioccia – dall’alto dei suoi scudetti vinti con Siena – al gruppo e Mike Green dirigerà i compagni con il consueto acume tattico.

GLI UOMINI CHIAVE
Marco Cusin sa di poter essere un fattore nella serie, con la sua fisicità e una precisone dalla lunetta (81%) che pochi altri centri in Italia hanno attualmente, ma segnatevi il nome di Jeremy Pargo, un potenziale crack per il nostro campionato, che potrebbe portare Venezia molto in alto in questi playoff.

IL PRONOSTICO DI PU24
Gara 1 sarà fondamentale, con Cremona al suo esordio assoluto nei playoff e se Venezia riuscirà a piazzare il colpo, dovrebbe volare dritta in semifinale: Cremona – Venezia 1-3

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>