Vis-Fano, il derby infinito è l’ultima recita della stagione regolare

di 

7 maggio 2016

Fano-Vis

Enrico Bartolini e Nodari in un’immagine del derby di andata

PESARO – Ci siamo quasi. Domenica alle 15 lo stadio Benelli sarà teatro della sfida più sentita a queste latitudini. Il 96esimo atto di una storia infinita, quella tra Vis e Fano, due squadre distanti molto più dei 12 chilometri che separano le due città.

Un derby non è mai una partita come le altre. Anche se poi, stavolta, si gioca all’ultima di campionato, con entrambe le compagini che hanno acquisito nelle precedenti 33 giornate un risultato che la gara di domani renderà ininfluente. Vis matematicamente salva, e non è cosa da poco considerato quel girone d’andata da 15 punti e penultimo posto in graduatoria, Alma aritmeticamente seconda per il secondo anno consecutivo, coi playoff che incombono e che mai come quest’anno potrebbero contare per un eventuale ripescaggio nell’ovattato mondo della Lega Pro.

QUI PESARO

La Vis vuole chiudere in bellezza un 2016 fin qui strapositivo. Con 28 punti nel girone di ritorno, i ragazzi di Amaolo sono usciti dalle paludi della bassa classifica salvandosi addirittura in anticipo. Mancherebbe la classica ciliegina sulla torta, una vittoria sui cugini che manca addirittura dal lontano 1999. I biancorossi ci proveranno con tutte le loro forze, spinti dai tifosi che stamattina, durante la rifinitura, hanno fatto sentire tutto il loro entusiasmo intonando cori dall’inizio alla fine.
Niente da fare per Brighi, nemmeno convocato, tutti gli altri sono a disposizione. Amaolo ha nel modulo una certezza – il 4-1-3-2 – ma diversi dubbi negli interpreti. Il primo riguarda il portiere, con l’under Molinaro che potrebbe insidiare i guantoni titolari all’over Venturi, il titolare. Se così fosse, in panchina potrebbe andare Celato. Solita difesa a quattro, lo schermo davanti alla difesa sarà il pesaresissimo Rossi. Da scegliere due terzi del centrocampo, col solo Giorno sicuro del posto. Si giocano due maglie gli under Ruci e Dadi più le ali Bugaro e Gallozzi. In avanti Falomi-Costantino, con l’ex Enrico Bartolini comunque pronto a subentrare.

QUI FANO

Qualche problemino per mister Alessandrini, un ex, viste le squalifiche di Torta e Lunardini. In difesa dovrebbe giocare Dejori, al fianco di Nodari che comunque non è al meglio per un dolore alla schiena che ultimamente lo ha limitato in allenamento. In caso di forfait pure del capitano, c’è Verruschi pronto, con Mei, un altro ex, che si accomoderà in panchina. Nel 4-3-1-2 il perno centrale sarà Favo, con Marconi sul centrodestra e Borrelli sul centrosinistra. In avanti è probabile che venga risparmiato il diffidato Sivilla – nessuno dimentichi che i granata devono giocarsi i playoff – con le punte Gucci e Ambrosini che, nel tal caso, saranno supportati dal trequartista Marianeschi.
Non ci saranno tantissimi tifosi granata, in tutto 3 o 400. Questo perché una buona parte della curva ha deciso di disertare lo stadio Benelli come segno di protesta per la decina di Daspo arrivati ieri dopo la partita con la Samb. I tre gruppi organizzati che hanno deciso di non esserci pranzeranno assieme al Caffè dello Sport, ascoltando la partita per radio assieme ai diffidati dopo aver sfilato in corteo per le vie del centro di Fano.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Vis Pesaro (4-1-3-2)
Molinaro (Venturi); Rossoni, Labriola, Seye Mame, Procacci; Rossi; Gallozzi (Bugaro), Ruci (Dadi), Giorno; Falomi, Costantino. All. Amaolo

Fano (4-3-1-2)
Marcantognini; Camilloni, Dejori, Nodari (Verruschi), Verruschi (Bartolini L.); Marconi, Favo, Borrelli; Marianeschi; Ambrosini (Sivilla), Gucci. All. Alessandrini

Arbitro
Davide Meocci di Siena
Nessun precedente con la Vis, uno col Fano: 0-2 a Jesi lo scorso ottobre

ALTRE INFO

C’è tutta una serie di limitazioni di transito e sosta nelle vie adiacenti al Benelli di Pesaro. Il consiglio è quello di recarsi allo stadio con largo anticipo, anche per evitare fastidiose file ai botteghini.
Dopo la partita, grazie agli sponsor panificio Pagnoni, salumeria Corsini e cantina del Monsignore, panini e vino per tutti.
Sarà il 96esimo derby della storia: conduce l’Alma 36 a 23 (36 i pareggi), coi granata che conducono anche in fatto di reti segnate: 121 a 100. Rimanendo circoscritti ai derby di campionato, nei 69 precedenti il Fano conduce 24 a 18, ma il risultato più frequente è il pareggio, uscito 27 volte. La Vis però se la gioca in fatto di reti segnate, avendone marcate 79 come i granata. Considerando solamente le partite disputate a Pesaro, la Vis comanda 14 a 7 (13 i pareggi).
Inizio fissato per le 15. Diretta testuale su pu24.it, dove al termine troverete servizio completo con tanto di foto e interviste audio.

LA 34ESIMA GIORNATA DI SERIE D GIRONE F

Domenica 8 maggio ore 15
Avezzano – Recanatese
Campobasso – Isernia
Castelfidardo – Folgore V.
Chieti – Jesina
Fermana – Amiternina
Matelica – O. Agnonese
Monticelli – Giulianova
San Nicolò – Sambenedettese
Vis Pesaro – Fano

LA CLASSIFICA DOPO 33 TURNI

SAMBENEDETTESE* 78
Fano 65
Campobasso 58
Matelica 55
Fermana 52
Recanatese 48
Jesina 47
San Nicolò 46
Chieti 46
Vis Pesaro 43
Avezzano 41
O. Agnonese 40
Castelfidardo 39
Isernia 37
Monticelli 37
Folgore V. 32
Amiternina** 24
Giulianova** 24

* Sambenedettese già promossa in Lega Pro
** Amiternina e Giulianova retrocesse in Eccellenza

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>