Trovati i soldi per la voragine di Orciano: 450mila euro per la Sp 5 bis

di 

12 maggio 2016

La voragine apertasi sulla strada di Orciano

La voragine apertasi sulla strada di Orciano

ORCIANO – “Per cancellare la voragine di Orciano c’è la copertura finanziaria”. La notizia, importantissima, arriva dal consigliere regionale Federico Talè, che sul crollo della Sp 5 bis all’altezza di via Kennedy, nel cuore del paese metaurense, è stato artefice di due atti ufficiali (prima un’interrogazione e poi una mozione), seguendo passo passo gli sviluppi della vicenda e, soprattutto, creando i presupposti per dar vita ad una rete sinergica tra Provincia, Marche Multiservizi e Regione capace di trovare uno sbocco per risolvere l’emergenza. Un impegno che alla fine ha dato i suoi frutti, perché dopo una serie di incontri e confronti tra i vari attori è stato finalmente raggiunto l’accordo per finanziare in toto il progetto di ripristino della viabilità su questa rilevante arteria dell’entroterra fanese.

Federico Talè

Federico Talè

“Il progetto, redatto dalla Provincia di Pesaro e Urbino – specifica Talè – ammonta a 450mila euro. Oggi è stata raggiunta l’intesa, che sarà formalizzata nei prossimi giorni, per la copertura dell’intera somma da parte della Provincia, di Marche Multiservizi e della Regione”.

“Questo risultato, molto importante per i cittadini di Orciano e anche per quelli dei paesi limitrofi – prosegue Talè – non sarebbe stato possibile senza l’interessamento diretto del governatore Ceriscioli, a cui va il mio primo grazie, unitamente a quelli che rivolgo all’assessore regionale al bilancio Fabrizio Cesetti, alla dirigente del servizio risorse finanziarie e politiche comunitarie Maria Di Bonaventura, al presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini e all’amministratore delegato di Marche Multiservizi Mauro Tiviroli”.

“Adesso – riprende il consigliere regionale – sarà fondamentale dar seguito immediatamente alle procedure di aggiudicazione dei lavori e alla loro realizzazione, in modo che si possa mettere la parola fine al più presto su questa vicenda che ha causato e sta causando notevoli disagi e danni economici ai cittadini e agli imprenditori, commerciali e non, di un territorio molto più ampio di quello del comune di Orciano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>