Pesaro: cittadinanza benemerita a Eros Tabanelli (assente per motivi di salute) e Giorgio Ricci

 

Il sindaco di Pesaro e Giorgio Ricci

Il sindaco di Pesaro e Giorgio Ricci

PESARO – Consegnata in apertura di Consiglio comunale, da parte del sindaco di Pesaro Matteo Ricci, la cittadinanza benemerita al pesarese Giorgio Ricci. Assente per motivi di salute Eros Tabanelli.

Nella motivazione di Giorgio Ricci, letta dal presidente del Consiglio comunale Luca Bartolucci, si legge: “Cittadino pesarese, ha onorato la città con una importante carriera imprenditoriale e in qualità di promotore di lodevoli iniziative nel campo della beneficenza e della solidarietà. A lui si deve la spinta decisiva all’attività della Aism (Associazione italiana per la sclerosi multipla) a Pesaro. Collabora attivamente con la fondazione Filippo Fattori, si dedica alla diffusione della cultura della donazione degli organi su un vasto territorio che va dalla provincia di Ravenna a quella di Isernia. E’ stato ideatore, promotore e gestore del progetto che ha portato alla costruzione e all’attivazione del centro di accoglienza per adulti e per attività sociali – casa Tabanelli”.

Ricevendo il riconoscimento, Giorgio Ricci ha ringraziato in primo luogo “il Consiglio comunale per aver accolto con tanta benevolenza la proposta che vi è stata fatta di concederci questo riconoscimento”.

Parla di casa Tabanelli, Ricci e “di tutte le persone che hanno contribuito a realizzare il progetto”. Parla con commozione di “esempi belli”, “e ne ho tanti…”, ha detto.

E la cittadinanza benemerita è andata anche a Eros Tabanelli, non presente in Consiglio per motivi di salute. A ritirare l’attestato Giorgio Ricci, che gli ha augurato una pronta guarigione. “Cittadino pesarese da 50 anni – è scritto nella motivazione di Tabanelli – ha onorato la città con una importante carriera imprenditoriale e in qualità di promotore di lodevoli iniziative nel campo della beneficenza e della solidarietà. In particolare, in campo sociale, ha messo in attività innumerevoli progetti dedicati ai singoli bisognosi dedicandosi ad essi con professionalità, entusiasmo e notevoli risorse finanziarie. Queste attività, in particolare, sono state sempre condotte con la discrezione richiesta per il rispetto dei beneficiari rappresentando la continuità di una attività di alto valore etico”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>