Vecchio palas di via dei Partigiani: aggiudicata la gara per la ristrutturazione

di 

20 maggio 2016

PESARO – La gara è di una certa rilevanza e chiude il cerchio sull’assegnazione degli appalti successivi allo sblocco del patto di stabilità. Ad aggiudicarsi (ancora in via provvisoria, secondo la prassi) i lavori di ristrutturazione del vecchio palas di viale dei Partigiani è l’Ati formata da Sea Spa (Società Edile Appalti, Perugia) e Car (Consorzio Artigiani Romagnolo, Rimini). Sui 3milioni e 478mila euro di importo lavori, il ribasso è stato di circa 60mila euro. Dieci le offerte pervenute. «Sea-Car ha distanziato con un chiaro margine Spel srl (Altamura) e Torelli Dottori (Cupramontana)», dicono i membri della commissione. Nel criterio di valutazione, nella modalità dell’offerta tecnica-economica, la componente tecnica ha inciso per l’80 per cento. Ai vincitori spetterà la progettazione esecutiva, che dovrà essere approvata dal Comune. Quindi la partenza dei lavori, che richiederanno 10 mesi dalla data di inizio. Il sindaco Matteo Ricci e l’assessore Enzo Belloni hanno più volte sottolineato l’importanza dell’operazione che porterà alla nuova struttura intitolata alla famiglia Scavolini. Lo fanno anche nella mattinata, varcando l’ingresso del vecchio palasport.

“Si tratta di un tassello insostituibile per la nostra strategia – commentano – Sarà un auditorium perfetto per il Rof, i congressi, gli eventi turistici, culturali e musicali. Ma ospiterà anche gli eventi sportivi, con una capienza da duemila persone al massimo. Mancava una struttura di queste dimensioni, ora sarà al servizio della città. Con l’intervento sull’hangar e l’impegno su viale Marconi valorizziamo un’area fondamentale per lo sviluppo turistico-economico”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>