Referendum Costituzionale, Gostoli (Pd): “Andiamo a vincere con entusiasmo”

di 

23 maggio 2016

PESARO – Il Partito democratico di Pesaro e Urbino ha iniziato la mobilitazione in vista del referendum costituzionale del prossimo autunno. Nel fine settimane sono state molte le piazze della provincia colorate dai volontari per distribuire volantini informativi e raccogliere le firme a sostegno del “Si”. Sono state raccolte già 800 firme e l’obiettivo del Pd provinciale è arrivare nelle prossime settimane a 5 mila. “Si è respirata un’aria fresca e tanto entusiasmo tra i volontari e tra la gente: dopo tanto tempo ai banchetti le persone si avvicinavano di spontanea volontà per firmare e dare la propria disponibilità per vincere insieme il referendum” – ha detto il segretario provinciale Giovanni Gostoli. Una mobilitazione che proseguirà per tutto il mese di giugno, nei fine settimana, e che ha creato un tan-tan anche nei social network con l’hashtag #BastaUnSi.

Il ministro Maria Elena Boschi e il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli (FOTO Luca Toni)

Il ministro Maria Elena Boschi e il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli (FOTO Luca Toni)

“Basta un si e l’Italia cambia davvero” – spiega il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli – “Abolire il bicameralismo perfetto, ridurre poltrone, numero di parlamentari e costi delle istituzioni sono battaglia non di oggi, ma di vent’anni di storia del Paese. Per lunghi anni sono state promesse e parole di campagne elettorali, oggi finalmente diventano realtà. Gli italiani sono difronte a un bivio: fare le riforme che servono a migliorare il Paese oppure lasciare tutti com’è e tornare indietro. La sfida è modernizzare il Paese renderlo più competitivo ed efficiente, cambiare il sistema istituzionale senza intaccare i valori fondanti della Costituzione – aggiunge il segretario democrat – Una volta erano i cittadini a dover stare ai tempi lunghi della politica, adesso è la politica che deve stare ai tempi dei bisogni e delle speranze dei cittadini. Mai più ping pong tra Camera e Senato, avremo un sistema più semplice e più efficiente, solo la Camera vota la fiducia e ha l’ultima parola sul bilancio. Tempi certi e più rapidi per approvare le leggi”
Il segretario provinciale Pd risponde anche alle dichiarazione dell’ex Presidente Giuseppe Scherpiani: “Sono iscritto all’Anpi da molti anni e insieme a me tanti ragazzi che si impegnano nei territori. Il Pd riconosce piena autonomia all’Anpi, senza ingerenze, ma l’associazione rispetti la libera volontà dei suoi iscritti. Anche tanti partigiani che ci hanno salutato erano iscritti al Pd. Siamo l’unico partito radicato dove la democrazia si rinnova ogni giorno e i valori antifascisti sono nel nostro dna. La riforma costituzionale è nello spirito dei costituenti: la prima parte, quella dei valori, la più bella del mondo, non è toccata, ma cambia la seconda parte nell’organizzazione istituzionale. Con la crisi economica si aperta non solo una crisi sociale, ma anche democratica. La nostra missione comune – conclude Gostoli – è quella di difendere la democrazia e per farlo bisogna ridare credibilità alle istituzioni. Per ridare fiducia ai cittadini serve anche riformare il sistema, anche con una buona legge sul funzionamento dei partiti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>