Il 26 maggio è il “giorno” della Polizia. Frega (Silp-Cgil): “Esserci sempre. Nonostante tutto…”

di 

25 maggio 2016

Pierpaolo Frega*

URBINO – Esserci sempre. Questo è l’obiettivo con cui ci apprestiamo a festeggiare il 26 maggio la nostra ricorrenza. Mai frase é più azzeccata mai frase racchiude in sé tutti i significati che donne e uomini della Polizia di Stato mettono in campo tutti i giorni, pur di dare risposte e certezze ai cittadini, agli immigrati, ai nuovi poveri e a chiunque in qualunque modo ha bisogno di noi. 

Ma “esserci sempre” ha un prezzo, un prezzo che viene quotidianamente pagato dagli operatori, che cercano di fare fronte a una deriva che l’apparato sicurezza ha palesato in anni di tagli di risorse indiscriminati ed ad un turnover che ha penalizzato il ricambio generazionale del personale. 

Pierpaolo Frega

Pierpaolo Frega, segretario provinciale del Silp

Nella fantastica cornice di Urbino celebreremo noi stessi, i successi raggiunti, gli obiettivi futuri che ci proporremo di raggiungere, ma se pensiamo in che condizioni locative lavorano donne e uomini della sicurezza nel commissariato cittadino, ci dovremmo solo vergognare, un commissariato che definire fatiscente ed inadeguato é un eufemismo. Per non parlare degli organici dello stesso commissariato di Urbino, oramai ridotto sempre di più ad un presidio in barba al contesto storico cittadino che, grazie alla sua vocazione attrattivo turistica e universitaria, meriterebbe da parte del Ministero dell’Interno bene altra considerazione. 

Le problematiche legate alla sicurezza e alle sue strutture sono oramai anni che le denunciamo e ci troviamo purtroppo a predicare nel deserto, un lamento che trova conforto solo nella solidarietà dei cittadini che assistono sgomenti a come nonostante tutto riusciamo “quasi” ad esserci sempre. 

I nostri appelli rivolti per lo più alla politica sia locale che nazionale sono sempre caduti nel vuoto, di alcuni parlamentari ne abbiamo perso le tracce, di altri sarebbe meglio rivolgersi a “chi l’ha visto”, ma di alcuni invece sappiamo sappiamo della loro esistenza  tra un Hashtag e l’altro, con cui palesano la loro presunta attività.

Ci stupisce come di fronte a dati ISTAT incontrovertibili, ci sia chi si affretta a dare dati locali di una situazione tranquilla, leggendo un “meno”! Quando poi leggendoli bene quel meno da una parte diventa più in altri. Affidarsi ai soli numeri non basta, bisogna essere in strada per sentire e percepire il polso della situazione e lo stato d’animo di cittadini e non rinchiusi nei palazzi. Dati che poi riproposti a livello ministeriale fanno calare su Pesaro e provincia una sorta di disinteresse  quando si tratta di nuove assegnazioni o rinforzi di qualunque genere.

Assistere a gruppi su WhatsApp, Facebook dove gruppi di cittadini si aggregano per dare segnalazioni, non è solo il frutto del progresso e di una sicurezza partecipata, è sintomo, soprattutto, di insicurezza di paura, di mancate risposte dello Stato, che di certo non possono essere i vademecum sulla prevenzione di truffe e furti.

Lo Stato risponde mandando donne e uomini in strada, rinforzando gli organici, facendo prevenzione, quell’impalpabile attività che da frutti solo se non accade nulla. Ma lo stato risponde anche essendo vicino ai suoi lavoratori, dotandoli di mezzi e strutture idonee, tutte cose di cui a Pesaro e provincia da anni abbiamo perso le speranze. 

Buona festa alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, alle loro famiglie costrette a tollerare di vivere accanto a lavoratori atipici, buona festa ai nostri concittadini cui noi non mancheremo di “esserci sempre”.

*Segretario provinciale SILP CGIL

Le Celebrazioni per il 164° Anniversario della Polizia

Domani 26 maggio 2016, con inizio alle ore 10.30, all’interno della Sala del Trono di Palazzo Ducale di Urbino, al cospetto delle principali Autorità civili, militari e religiose, si terranno le celebrazioni provinciali per il 164° Anniversario della Fondazione della Polizia.

Nel corso dell’evento, al quale parteciperanno anche un centinaio di alunni di Istituti di istruzione della zona, verrà data lettura dei messaggi di saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, del Capo della Polizia Franco Gabrielli, del Prefetto di Pesaro e Urbino Luigi Pizzi e del Questore di Pesaro e Urbino Antonio Lauriola e verranno premiati i poliziotti distintisi in operazioni di polizia giudiziaria e di soccorso pubblico, oltre ad alcuni cittadini per il contributo fornito alla risoluzione di importanti casi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>