Sesso, contraccezione e falsi miti, la rubrica di de.Sidera

di 

25 maggio 2016

Sono da poco stati presentati i dati della ricerca su sesso e contraccezione e le 500 italiane intervistate hanno  mostrato di non avere una conoscenza adeguata dei metodi contraccettivi e si avvalagono di credenze pressochè irrealistiche e infondate per evitare gravidanze indesiderate e proteggersi da malattie sessualmente trasmissibili.

Dai dati si evince anche una scarsa conoscenza del proprio corpo e di quello del partner. Maggio è il mese dedicato alla masturbazione, certo non è stato molto pubblicizzato, ma dovremmo riflettere sul perchè ancora il tabù dell’ autoerotismo non viene sconfitto, ma soprattutto dovremmo anche interrogarci sul perchè le nostre giovani credono che la coca cola sia un potente spermicida.

Quello che diventa utile è quindi una sana e puntuale informazione sessuale, e non la navigazione a vista o la ricerca spasmodica in rete di informazioni pressochè inesatte.

La necessità di scoprire e scoprirsi, esplorare il mondo fuori- da me è una prerogativa, una necessità impellente dell’ essere umano che, giustamente, deve essere assecondata, ma va fatto in maniera sana perchè solo così il sesso diviene  una modalità di scoperta del mondo circostante e modalità di relazione.

67603Spesso le ragazze non conoscono l’ anatomia del proprio corpo, solo il 56% delle intervistate localizza la vagina nel suo punto esatto, ovvero nel canale tra utero e genitali esterni.

Ma anche la percezione del piacere è inguaita: il 66% delle intervistate ritiene normale provare dolore durante il rapporto sessuale. La dispareunia è l’ eccezione e non la regola. Quindi questo dolore persistente va indagato attraverso una visita ginecologica per escludere la presenza di problematiche organiche o di irritazione della zona genitale.

I falsi miti sulle gravidanze sono numerosi: la coca cola o l’ aceto non sono spermicida e quindi farsi un bidet, dopo un rapporto non protetto, con questi liquidi non esculde il fatto che si sia annidata una gravidanza. Come non è da escludersi  che si possa rimanere incinta già durante le mestruazioni.

Il coito interrotto quindi non è un valido contraccettivo.

L’ unico metodo che protegge da malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate è il preservativo.

Pillola, spirale, anello e cerotto sono metodi ormonali che proteggono da possibili gravidanze.

La pillola del giorno dopo è un contraccettivo d’ emergenza.

Quando parliamo di sessualità è indispensabile legarla al piacere, al divertimento, ma non sottovalutare mai l’ aspetto contraccettivo .

de.Sidera, chi siamo:

L’associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico-sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:
www.desidera.psico@wordpress.it

www.facebook.com/desiderando

oppure contattarci su
mail desidera.info@gmail.com
cellulare 348.6516339

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>