23° Rally dell’Adriatico, l’appuntamento marchigiano del campionato italiano

di 

27 maggio 2016

Rally Adriatico

Rally Adriatico

Tutto pronto per la 23esima edizione del Rally dell’Adriatico, quarto round del Campionato Italiano e secondo appuntamento del Trofeo Terra, 59 equipaggi pronti a sfidarsi sugli stupendi sterrati marchigiani, quelli intorno a Cingoli il “balcone delle Marche”. Si inizia venerdì sera alle 19,30 con la cerimonia di partenza nel Foro Annonario di Senigallia, una “chicca” voluta dalla PRS GROUP, la dinamica organizzazione capitanata da Oriano Agostini. I big dei rally sono pronti a dare spettacolo su un percorso estremamente tecnico e impegnativo che ha sempre riservato sorprese, anche se così non la pensa il tre volte vincitore Umberto Scandola, che tenterà il poker in coppia con Guido D’Amore con la Skoda Fabia R5 ufficiale della filiale italiana della marca Ceca, che dopo gli sterrati marchigiani saranno protagonisti su quelli mondiali del Rally d’ Italia in Sardegna. Proverà a guastare la festa al pilota veronese il “toscanaccio” Paolo Andreucci, il nove volte Campione Nazionale, con alle note come sempre la consorte Anna Andreussi, anche in questo primo frangente di stagione in testa alla classifica con la Peugeot 208 T16 di Peugeot Italia. I due dovranno guardarsi dall’ ex campione europeo Giandomenico Basso con alle note Lorenzo Granai con la Ford Fiesta R5 nei colori BRC, però nella versione a benzina, quella a GPL l’avrà il romagnolo Simone Campedelli in coppia con Danilo Fappani, il forte pilota di Savignano sul Rubicone dopo le passate esperienze nel Mondiale si rilancia nella sfida italiana. Da seguire anche il giovane Simone Tempestini, reduce dalla vittoria dello scorso week end nella WRC 3 della prova Mondiale in Portogallo, si presenta a Cingoli con la Ford Fiesta R5, come l’italo svizzero Stefano Beccega, rivelazione delle ultime stagioni. Non poteva mancare Denis Colombini con la sua Skoda Fabia R5, il sammarinese disputa poche gare causa impegni di lavoro, ma quando si mette il casco lascia sempre il segno. Per il Trofeo Terra, i già campioni Luigi Ricci, Mauro Trentin e il veterano Giovanni Manfrinato, con il giovane Giacomo Costenaro saranno tutti a caccia del leader Andrea Dalmazzini e della sua Peugeot 207 S 2.000. Altro leit motiv la sfida “rosa” fra le lady dei rally, la campionessa in carica Corinne Federighi con la Renault Clio RC3, dovrà difendersi dall’attacco della lombarda Beatrice Calvi che con la Peugeot 208 R2 sta cercando di spodestare la campionessa toscana. Questo e tanto altro il ricco menù del 23° Rally dell’Adriatico, che dopo il prologo di venerdì sera a Senigallia, si sposterà come detto sabato e domenica sulle colline del verdicchio fra Cingoli e Jesi per i 129 km delle dodici prove cronometrate e gli oltre 400 complessivi. Il programma completo con le cartine del percorso e gli orari delle prove speciali li trovate sul sito della PRS Group e su ACI Sport.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>