La Vuelle che sceglie Bucchi è una Vuelle che vuole alzare l’asticella

di 

1 giugno 2016

PESARO – Primo tentativo da parte della Consultinvest di alzare l’asticella rispetto al recente passato, con l’ingaggio, come capo allenatore per le prossime due stagioni, di Piero Bucchi. Coach 58enne originario di Bologna, ma residente a Rimini, che guiderà la nuova Vuelle dal prossimo settembre. Il matrimonio era nell’aria già da qualche settimana, ma prima si sono dovuti definire sia i dettagli economici che tecnici, come la durata del contratto e chi sarà il suo vice allenatore.

Bucchi non è l’ultimo arrivato nella pallacanestro italiana, perché oltre ad aver allenato negli ultimi cinque anni a Brindisi, è stato protagonista, con alterne fortune, anche a Treviso, Roma, Napoli e Milano, vincendo due Coppa Italia – una con Treviso, l’altra con Napoli – e una Supercoppa Italiana sempre con la Benetton, agli inizi del decennio scorso, aggiudicandosi anche il trofeo di miglior allenatore nel 2000, pur se non è mai diventato un top coach come possono essere i vari Messina, Scariolo e compagnia bella.

Piero Bucchi

Piero Bucchi

L’arrivo di Bucchi rappresenta il primo tentativo da parte dello staff biancorosso di uscire dalla perenne sensazione di dover lottare solamente per evitare la retrocessione, come è successo nelle ultime quattro stagioni. Perché crediamo che Bucchi abbia voluto delle rassicurazioni, prima di firmare il contratto, sul tipo di squadra che dovrà allenare e avrà più voce in capitolo, rispetto ai suoi predecessori, anche nella costruzione della nuova Vuelle.

CHE TIPO DI ALLENATORE E’ PIERO BUCCHI?

Ama far giocare alle sue squadre un corri e tira controllato, dove sono i playmaker ad avere il pallino in mano, con licenza di colpire in proprio e di far correre il più possibile i compagni, lasciando comunque ampia libertà ad ognuno di giocare uno contro uno. Per il suo modo di allenare, preferisce dei lunghi più atletici che tecnici, capaci in fase difensiva di chiudere i varchi ai penetratori avversari con le stoppate, mentre le ali grandi li fa giocare più da esterni, concludendo da tre dopo un pick and pop o servendoli a tre metri dal ferro. Nella fase difensiva, predilige la difesa individuale con adeguamenti, dove l’ala piccola ha un ruolo cruciale, perché deve essere in grado di cambiare anche sugli altri due ruoli da esterno, ma non disdegna neanche la zona due-tre classica, molto mobile a cominciare dai due lunghi.

A livello caratteriale, può risultare un po’ spigoloso, soprattutto nel rapporto con i giocatori un pochino più esuberanti, che non ama molto allenare, preferendo delle personalità più tranquille e malleabili, con rapporti gerarchici ben chiari fin dal primo giorno d’allenamento. Ma con la maturità ha capito che non sempre è utile aver giocatori che fanno solo il compitino e ha cominciato a circondarsi anche di atleti leggermente sopra le righe.

Piero Bucchi

Piero Bucchi

Si riparte da Bucchi dunque e guardandoci indietro e ripensando a chi c’era sulla panchina della Vuelle nelle ultime stagioni, non si può negare il tentativo di alzare il livello della conduzione tecnica. Pur con tutto il rispetto per i vari Ticchi, Dell’Agnello e Paolini che, considerando il materiale umano a loro disposizione, quando avevano iniziato le rispettive stagioni, hanno fatto il possibile e alla fine Pesaro è riuscita a salvarsi anche per merito loro. Ma se quello che verrà deve essere l’anno in cui soffrire meno dei precedenti, era giusto presentare una faccia nuova, ma esperta, al pubblico pesarese e Piero Bucchi rientra ampiamente in questa categoria, poi come sempre sarà il parquet ad avere l’ultima parola, ma, come punto d’inizio, ci si può accontentare.

 

CONSULTINVEST 2016-17:

                                   TITOLARI                                         PANCHINA

PLAYMAKER: XXX (italiano)                                           xxx (italiano)

GUARDIA: xxx (straniero)                                                 xxx (italiano)

ALA PICCOLA: xxx (straniero)                                         xxx (italiano)

ALA GRANDE: xxx (straniero)                                          Gazzotti (confermato)

CENTRO: xxx (straniero)                                                   Lydeka? (sttraniero)

 

ALLENATORE: Piero Bucchi (nuovo)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>