Rita Cutolo, archiviata l’indagine: “nessun reato” per il gip. L’avvocato: “Finalmente basta illazioni”

cutolo gianluca

Un’immagine particolarmente cara. Rita Cutolo con l’amato figlio Gianluca ricevuti da Papa Giovanni Paolo II

Il gip del tribunale di Perugia Carla Giangamboni ha firmato il decreto di archiviazione che chiude definitivamente il fascicolo aperto nell’aprile di due anni fa a carico della signora Rita Cutolo per abuso della credulità popolare e della professione medica. Il gip ha condiviso le conclusioni della Procura – sostituto Gemma Miliani – che un anno fa aveva chiuso le indagini valutando che “il fatto non sussiste”.

L’indagine era stata aperta in seguito a controlli delle forze dell’ordine, a Città di Castello, dove la signora era stata chiamata a operare, così come da anni opera a Tavullia, ottenendo guarigioni che la scienza non riesce a spiegare, in virtù di una ‘bioenergia’, un carisma che le consente di rimettere in ordine le parti malate del corpo umano.

“Il decreto di archiviazione, arrivato a distanza di due anni dai fatti – secondo il legale difensore, avvocato Giancarlo Viti – assume notevole rilievo perché sgombra il campo da tante illazioni, diffuse anche da alcuni media, su presunte speculazioni che in passato hanno fortemente danneggiato l’immagine della signora”.

A tutt’oggi sono migliaia le persone che ricorrono alle applicazioni di Rita, a seguito delle testimonianze di persone sofferenti di ogni tipo di patologia che hanno ritrovato, frequentando il centro di Tavullia, equilibrio fisico e – soprattutto, affermano – spirituale. Vengono da tutta Italia e anche dall’estero. Le indagini hanno chiarito che non vi è ombra di intervento sanitario e che le applicazioni non avvengono dietro richiesta di pagamento di somme di denaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  1. E’ Vero noi andiamo da Rita da circa 6 anni e non a mai chiesto o preteso denaro .Noi affrontiamo un viaggio da Napoli e quando arriviamo a Tavullia da Rita mia moglie si sente di stare a casa sua Grazie Rita