Trenitalia snobba Pesaro: Biancani presenta con Minardi un’interrogazione

di 

15 giugno 2016

Andrea Biancani

Andrea Biancani

PESARO – Appena appresa la notizia della mancata riconferma, nell’orario estivo di Trenitalia, della fermata del treno Frecciarossa, da e per Milano, alla stazione di Pesaro, il consigliere regionale del Pd, Andrea Biancani, ha presentato un’interrogazione, affinché la Giunta regionale possa intervenire urgentemente al fine del ripristino della fermata del treno veloce nella città di Pesaro.

“Una notizia appresa dai quotidiani – rileva il consigliere – che ha determinato fin da subito la mia reazione attraverso un approfondimento conoscitivo presso le sedi del servizio trasporti della Regione”.

“Una scelta, quella di Trenitalia, dettata – a loro dire – dalla mancanza di riscontro positivo, in termini di passeggeri, nella fase sperimentale effettuata nel periodo estivo 2015 fino a dicembre dello stesso anno, lasso temporale in cui il treno Frecciarossa prevedeva una sosta alla stazione di Pesaro”.

Nell’atto ispettivo il consigliere Biancani segnala come la Riviera Adriatica sia già fortemente penalizzata per non avere una linea dedicata per l’alta velocità e subisca oggi questa ulteriore e grave penalizzazione in termini di servizio per turisti, pendolari, imprese e semplici viaggiatori.

“Un pregiudizio – rileva Biancani – per l’intera economia cittadina, in considerazione anche del fatto che Pesaro, oltre ad essere una città turistica e di mare, ospita quest’anno importanti iniziative di caratura internazionale”.

L’interrogazione è stata firmata anche dal consigliere regionale Renato Claudio Minardi che si era impegnato, già lo scorso anno, perché venisse istituita la fermata del Frecciarossa a Pesaro, considerata l’importanza dello scalo per l’intero territorio provinciale.

Per tali motivi Biancani chiede di conoscere  se e quando la Regione Marche sia stata messa al corrente dell’eliminazione delle previste fermate e se è intenzione della Giunta regionale inoltrare formale protesta a Trenitalia.

Chiede inoltre di sapere se non ritenga opportuno intervenire per il ripristino della fermata di Pesaro, in considerazione anche del fatto che attualmente, nell’intero tratto marchigiano, è prevista la sola fermata di Ancona.

Biancani, pur confermando la necessità di ripristinare la fermata di Pesaro del Frecciarossa, sottolinea come il vero deficit di collegamento ferroviario sia sulla linea Pesaro-Roma, dove permane, per lunghi tratti, un solo binario, si verificano spesso ritardi e i treni sono pochi, vetusti e inadeguati. Come Regione Marche abbiamo evidenziato più volte quanto siano urgenti investimenti da parte del Ministero su questa tratta che risale ai primi del ‘900.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>