Ginnastica in festa entra nel vivo: a Pesaro l’olimpionico Busnari

di 

19 giugno 2016

PESARO – E’ stato l’olimpionico Alberto Busnari il testimonial d’eccezione della seconda giornata di Ginnastica in Festa, che sabato mattina ha visto la consueta visita delle autorità civili, militari e religiose, con la benedizione dell’arcivescovo Piero Coccia. Quattro Giochi Olimpici, da Sidney a Londra, Busnari si è intrattenuto con i piccoli ginnasti, scattando foto a ripetizione.

“Questa è la nostra festa – ha detto ai ragazzi Alberto Busnari – e non dobbiamo mai dimenticare che la ginnastica si fa con amore, con spirito gioioso, i risultati tecnici vengono dopo, quando la carriera è avviata. Ma sacrifici e divertimento devono andare di pari passo”.

L’arcivescovo di Pesaro Piero Coccia si è molto legato al mondo dei ginnasti in questi anni e ha scherzato con la nuova mascotte (la giraffa Gif) prima di impartire la sua benedizione: “Il mondo dello sport è formativo, fa crescere le persone, il mio saluto va anche alle famiglie che vi accompagnano e agli educatori che vi seguono”.

Un esercito che ha sfiorato i 14.000 iscritti: “E’ l’anno dei record – gongola Emiliana Polini, direttrice tecnica nazionale della sezione ginnastica per tutti – per una manifestazione che sa abbinare competizione e attività dimostrative”.

L’enorme diffusione di questa disciplina in città, che ne sta diventando una delle indiscusse capitali, è anche merito del comitato organizzatore (Pesaro Gym, Esatour Sport Events e Federginnastica), come sempre orchestrato alla perfezione dal presidente Marco Cadeddu. Oggi altra giornata importante, con la presenza di Elisabetta Preziosa, amatissima dai mini-atleti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>