Arriva il circo a Fano: la levata di scudi di animalisti e ambientalisti

di 

24 giugno 2016

FANO – Dalle associazioni animaliste e ambientaliste Aimalia,  Anpana Pesaro e Urbino,  Ara Micis, Arca di Noè, Enpa Pesaro, La  Lupus in Fabula,   Melampo,  Oipa Pesaro riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa:

Preso atto dell’attendamento nel territorio di Fano del Circo Martin Darix Orfei, le sottoscritte Associazioni Animaliste e Ambientaliste ribadiscono il ripudio per l’utilizzo e lo sfruttamento degli animali nei circhi, in particolare di quelli esotici, ove gli stessi sono costretti a una vita incompatibile con le loro caratteristiche etologiche mentre dovrebbero vivere liberi nel loro ambiente e non già costretti ad una vita girovaga fatta di gabbie ed esercizi innaturali.

073%20Darix%20MartiniDue anni orsono, su iniziativa dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Fano, Samuele Mascarin, le associazioni animaliste e ambientaliste venivano invitate ad un tavolo partecipato per discutere i criteri che i circhi e gli spettacoli viaggianti con animali al seguito avrebbero dovuto rispettare per potersi attendare nel Comune di Fano, da adottarsi con un apposito regolamento finalizzato a garantire una maggior tutela degli animali e ad agevolare i controlli da parte delle autorità preposte, ivi comprese le guardie zoofile.

Dal lavoro di tavolo è scaturita una proposta di regolamento che ha recepito in toto le più recenti linee guida emanate in materia della Commissione Scientifica Cites del Ministero dell’Ambiente, composta non da animalisti bensì da professionisti esperti del settore, atte a migliorare il benessere delle condizioni di vita degli animali impiegati negli spettacoli e nelle esposizioni viaggianti.

Ad oggi tuttavia la valida proposta di regolamento, elaborata dai competenti uffici comunali e approvata dall’Assessore all’ambiente, e quindi pronta per essere sottoposta alla Giunta e al Consiglio Comunali, giace ancora inspiegabilmente nei cassetti dell’Amministrazione Comunale. Si rammenta al Sindaco che nel suo programma di governo era espressamente previsto l’impegno ad adottare un regolamento in materia. Considerato che sono trascorsi due anni dall’inizio del mandato, e soprattutto che il regolamento è pronto, si sollecitano il Sindaco e la Giunta a mantenere l’impegno di adottarlo.

Nel frattempo si richiama l’attenzione dei genitori sul fatto che la visione di animali costretti ad esercizi innaturali nulla ha a che vedere con l’educazione dei bambini, né con un sano divertimento, che non dovrebbe mai essere provocato dalla sofferenza dei nostri “fratelli minori”, come lo stesso San Francesco definiva gli animali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>