Fano, questa volta “C siamo”. Gabellini conferma il pagamento della supertassa da 250mila euro e l’approdo granata in Lega pro

di 

29 giugno 2016

gabellini del bianco seri

FANO – Questa volta “C Siamo” veramente. L’Alma Juventus Fano nella stagione calcistica 2016-2017 tornerà a disputare il campionato di Lega Pro. L’atteso annuncio è arrivato oggi, all’ora di pranzo, nelle sale del Comune di Fano, direttamente dal presidente granata Claudio Gabellini. Quello che ha preso quella decisione che richiedeva di mettere il cuore davanti alla ragione. Soprattutto ha messo  il portafogli davanti al senso d’ingiustizia per una tassa di ripescaggio più volte etichettata come insensata e sconsiderata. Quei 250mila euro che saranno pagati dal numero uno societario, con l’auspicato aiuto dell’imprenditoria locale coinvolta attorno al presidente dal sindaco Massimo Seri e dalla spinta di una città intera. Un sindaco che ha speso parole di infinito ringraziamento a Gabellini. Quello stesso ringraziamento che tributerà il popolo granata. Che questa sera alle 21 si radunerà in Piazza XX Settembre per celebrare l’arrivo nella terza serie. Il Fano ritrova la serie C che mancava dal 2010. Quella volta però era una C2. Per ritrovare Fano in C1, come può essere equiparata l’odierna Lega Pro unica, bisogna tornare al 1992.

“L’idea del ripescaggio del titolo a livello oneroso non l’ho mai digerita e non mi stancherò mai di ripeterlo – conferma Gabellini – Ma un presidente decide a volte di prendere in considerazione anche aspettative più ampie. Della città e dei tifosi. Una serie di considerazioni che sono state condivisa dall’amministrazione comunale che si è spesa per lenire le problematiche di 250mila euro a fondo perduto”.

IL COMUNICATO DELLA SOCIETA’

C siamo. L’Alma sogna in grande. Dopo un periodo di riflessione e di attenta analisi, la società granata ha deciso di presentare domanda di ripescaggio per la Lega Pro. Nella fattispecie, nei prossimi giorni patron Gabellini e i propri soci provvederanno a depositare la documentazione necessaria insieme ai 250 mila euro richiesti dalla Lega per completare la domanda. Una scelta importante che permetterà di imprime una grandissima forza al progetto granata.

LEGA PRO. “Oggi comunichiamo ufficialmente che l’Alma presenterà domanda di ripescaggio per la Lega Pro – afferma Claudio Gabellini – Nonostante io abbia manifestato nell’ultimo periodo sempre contrarietà sulla moralità della tassa di ripescaggio, abbiamo deciso insieme ai soci di fare questo passo per l’attaccamento nei confronti della città e dei colori granata. Alla fine è prevalsa la convinzione che questa occasione sia unica e irripetibile: dopo due anni in cui abbiamo ottenuto grandi traguardi in serie D, faremo tutto quello che è necessario per rendere concreta la possibilità di disputare nel prossimo anno la Lega Pro. Speriamo che tutto vada come auspichiamo”.

CITTA’. Quello di oggi per Gabellini non è certamente un punto di arrivo, ma di partenza. “Con la volontà di approdare in Lega Pro – continua il presidente granata – vogliamo far sì che l’Alma diventi un punto di riferimento della città. Il mio augurio più grande è che la società granata sia alimentata e sostenuta dalla passione della sua tifoseria. Da oggi abbiamo una sfida da vincere: tutti insieme ci dobbiamo impegnare affinché venga

garantito un futuro roseo alla squadra della nostra città che rappresenta un patrimonio della collettività. Tutti noi, nel nostro piccolo, dobbiamo renderci conto che solo attraverso un impegno diretto verso l’Alma, possiamo guardare avanti con ottimismo. Deve essere chiaro che, purtroppo, partendo con un handicap finanziario significativo, dovremo impegnarci tutti in maniera continuativa nella ricerca di risorse per potercela giocare alla pari con tutte le altre squadre”.

PARTECIPAZIONE. Oltre all’aderenza con la città, la società granata intende costruire un rapporto di fiducia con la propria tifoseria. Questo compito verrà espletato dalla cooperativa Alma nel Cuore, rappresentata dall’Avv. Giovanni Orciani. “Come rappresentate di Alma nel Cuore, – dichiara Orciani – abbiamo la responsabilità di mettere nelle condizioni i nostri supporter di vivere l’Alma attraverso un coinvolgimento vero che può essere declinato attraverso la partecipazione al club. La cooperativa, dopo la creazione a gennaio, ha lavorato nell’ottica di riavvicinare grandi e meno grandi intorno all’Alma con iniziative che hanno sempre puntato sul senso di appartenenza. Con la domanda di ripescaggio, possiamo dare continuità al percorso che abbiamo iniziato insieme puntando a rafforzare e a rendere più solido tutto il movimento sportivo granata. La grande unione che lega tutte le componenti è il giusto punto su cui costruire tutte le nostre ambizioni future”.

TESSUTO ECONOMICO. Segnali di apprezzamento intorno all’Alma, sono arrivati anche dall’imprenditoria locale. Questo attivismo è maturato grazie alla governance granata che ha portato avanti un lavoro di sensibilizzazione nei confronti dei principali interlocutori del tessuto economico della città. Questo dinamismo deve però essere permanete così da poter creare un percorso di crescita con tutta la città. Prossimamente verranno anche messi a calendario degli incontri per studiare delle forme di collaborazione tra le aziende e l’Alma Juventus per rendere sostenibile, dal punto di visto economico, l’ambizioso progetto granata. Quindi non solo dal punto di vista sportivo, ma creando delle iniziative che possano ab

bracciare la parte culturale, storica e turistica della città. Solamente facendo leva sull’unione di questi elementi, si può dare una prospettiva unica all’identità della nostra città.

VISIONE PROGRAMMATICA. Grande sostegno per la realizzazione di questo progetto è arrivato anche dall’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Massimo Seri. “Ci siamo mossi in questi giorni, dopo il sopralluogo con la commissione della Lega, per realizzare i lavori di sistemazione dello stadio Mancini. Abbiamo programmato una calendarizzazione precisa e quindi consegneremo tutti i lavori entro il termine stabilito del 15 luglio. Oltre a questo, penso che oggi debba essere celebrato l’impegno di patron Gabellini e dei suoi collaboratori che hanno raggiunto questo bellissimo risultato per tutta la nostra città. Da oggi saremo al fianco di Gabellini per costruire un percorso di crescita intorno all’Alma”.

NOTTE GRANATA. Intanto, la società si sta organizzando per organizzare una festa tutta dedicata ai colori granata all’interno della quale verrà sensibilizzata la città intorno all’Alma Juventus Fano. Un evento caratterizzato dallo sport, dalla passione Alma ma anche dal divertimento. Per il momento le uniche notizie certe sono quelle legate al fatto che si svolgerà intorno a fine luglio, occasione anche per illustrare la campagna abbonamenti e altre iniziative.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>