Dieci mercoledì con i Vespri d’Organo a Cristo Re

PESARO – Mercoledì 6 luglio si aprirà il sipario sulla XIII edizione del Festival Organistico internazionale dei Vespri d’organo a Cristo Re. La prestigiosa manifestazione che si avvale della direzione artistica di Giuliana Maccaroni  è seguita ogni anno non solo dagli specialisti del settore, ma anche da un nutrito pubblico di appassionati e amanti della musica d’organo.

gruppo1 (7)Il Festival ha quest’anno il patrocinio della Regione Marche, dell’assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro, dell’Arcidiocesi di Pesaro, Ufficio scuola, dell’Ente concerti e del Rof.

Dieci saranno gli appuntamenti della rassegna che sono caratterizzati come è ormai consuetudine, dalla varietà delle proposte e dal connubio tra diverse forme artistiche, ovvero musica, recitazione e proiezione di un film muto. La maggior parte delle serate avrà come cornice la chiesa di Cristo Re che vanta la presenza del grande e storico organo Mascioni del 1906, ubicato fino al 1975 all’Auditorium Pedrotti del conservatorio Rossini. Il prestigioso strumento ha caratteristiche fonico-timbriche che lo rendono unico nel suo genere ed è  particolarmente adatto a essere utilizzato non solo per il servizio liturgico, ma anche per l’attività musicale di tipo concertistico, soprattutto per il repertorio romantico e sinfonico.  Il pubblico del Festival potrà godere inoltre delle bellezze artistiche di tre chiese gioiello del centro storico  di Pesaro, che saranno la cornice di altrettante serate: la chiesa dell’Annunziata, la chiesa del Nome di Dio e la Basilica Cattedrale. Al Nome di Dio è conservato un meraviglioso organo barocco del 1631, opera probabilmente unica di Antonio Pace. In Cattedrale si trova invece un grande organo Mascioni del 1969. All’Annunziata non c’è uno strumento funzionante, dunque la chiesa ospiterà un concerto di un ensemble di polistrumentisti.

 

Il programma della XIII edizione

I Vespri d’organo si apriranno mercoledì 6 luglio, alle ore 21.15 nella chiesa di Cristo Re. Come avviene ormai da diversi anni, la serata inaugurale è dedicata alla proiezione di un film muto e all’improvvisazione organistica. In questa edizione il pubblico avrà occasione di apprezzare un capolavoro del regista belga Carl Theodor Dreyer, “Pagine dal libro di Satana”, del 1920. Il film si compone di 4 episodi, ma ne verranno proiettati solo 2 per ragioni di tempo: la pellicola mostra la discesa di Satana sulla terra per volontà di Dio con lo scopo, assai difficile di trovare uomini integri che sappiano resistere alle sue tentazioni. A commento musicale della serata l’organista belga Etienne Walhain improvviserà sulle immagini del film, eseguendo musica composta contestualmente alla proiezione. La serata è curata dal Cineclub Shining. Il 13 luglio, sempre a Cristo Re, il protagonista assoluto sarà l’organo a cui darà voce l’artista francese di fama internazionale  Maurice Clerc che eseguirà un repertorio tutto francese dal barocco ai giorni nostri. Il 20 luglio, ancora a Cristo Re, l’appuntamento è con l’attrice Lucia Ferrati che ogni anno presta la sua splendida voce a letture intense ed emozionanti di pagine che fanno bene all’anima. Quest’anno la Ferrati darà voce a Santa Maria Faustina Kowalska e a don Tonino Bello. Proprio alla santa polacca  canonizzata nel 2000 da Giovanni Paolo II, sarà dedicato l’appuntamento del 20 luglio. La lettura di alcune parti del diario dell’Apostola della Divina Misericordia sarà accompagnata dalle note dell’organista vicentino Enrico Zanovello. Mercoledì 27 luglio il Festival si trasferirà nella Chiesa del Nome di Dio con una serata dedicata alla musica antica in perfetta sintonia con l’architettura della cornice. Protagonista sarà l’Aeros Trio di Genova composto da organo, soprano e cornetto, strumento impiegato dal Medio evo fino al periodo tardo – barocco, considerato eccellente per imitare la voce umana. Il 3 agosto si torna a Cristo Re con il concerto “Exultate Jubilate”, omaggio di organo e soprano al Giubileo della Misericordia. Il 10 agosto, sempre a Cristo Re, Lucia Ferrati darà voce a don Tonino Bello, il cui ministero episcopale fu caratterizzato dalla rinuncia a quelli che considerava segni di potere e da una costante attenzione agli ultimi. E’ proprio di don Bello la definizione di “Chiesa del grembiule” che indica la necessità di farsi umili e contemporaneamente di agire sulle cause dell’emarginazione. All’organo si esibirà il noto artista russo Daniel Zaretsky.  La sera di ferragosto il Festival si trasferirà nella Basilica Cattedrale dedicata all’Assunta con un concerto che avrà come protagonisti l’organista Paolo Botini e Piergiuseppe Doldi, prima tromba dell’orchestra del teatro “La Fenice” di Venezia. L’appuntamento di mercoledì 17 agosto sarà alla Chiesa dell’Annunziata con il concerto narrato di Simone Sorini, Claudia Viviani e Daniele Bernardini. Durante la serata prenderanno voce  le frasi dei poeti cronisti feltreschi come nell’antica pratica dei cantastorie e dei cantimpanca che tanto successo riscuotevano nell’Italia del ‘400. Saranno le parole del pittore Giovanni Santi, padre di Raffaello autore della “Cronaca di Federigo da Montefeltro, Duca di Urbino”, ad accompagnare il pubblico in un viaggio tra gli aspetti meno noti delle vicende pubbliche e private della corte di Urbino. Il Festival si chiuderà il 24 agosto, a Cristo Re, con un concerto omaggio all’organista, pianista e compositore tedesco  Max Reger nel centenario della morte. Reger seppe fondere insieme i metodi barocchi e classici con il nuovo linguaggio armonico e cromatico dell’epoca. Il suo stile si colloca quindi tra il tardo romanticismo e l’età contemporanea. A dare voce all’organo sarà il grande interprete regeriano nel mondo Roberto Marini. Tutti i concerti avranno inizio alle 21.15. L’ingresso è libero.

Il sito dei Vespri d’organo è www.vespridorgano.it

 

L’associazione

L’Associazione Vespri d’organo a Cristo Re nasce con l’obiettivo di favorire e diffondere la cultura organistica e la conoscenza della musica per organo, in particolare attraverso l’organizzazione del festival organistico internazionale dei Vespri d’organo a Cristo Re

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>