La Consultinvest alza l’asticella: Simas Jasaitis ai raggi X

di 

5 luglio 2016

Simas Jasaitis (foto basketas.it)

Simas Jasaitis (foto basketas.it)

PESARO – Questa volta si alza davvero l’asticella in casa Consultinvest. La Vuelle infatti, ha messo sotto contratto l’ala piccola lituana Simas Jasaitis, 34enne di 203 centimetri, che vanta un curriculum di una Pesaro d’altri tempi, quando in riva al Foglia arrivavano giocatori d’alta caratura internazionale, reduci da campionati e Coppe vinte in giro per l’Europa e per il mondo e Jasaitis di trofei nella sua bacheca ne ha parecchi, cominciando dai quattro scudetti vinti – due in Lituania, uno in Spagna, uno nella Lega Baltica – passando per le due Eurocup e finendo con i due bronzi conquistati con la sua nazionale ai mondiali e agli europei. Sposato con una splendida modella, l’anno scorso ha deciso di provare l’avventura italiana, scendendo fino a Capo d’Orlando, dove ha messo in mostra tutte le sue qualità, facendo da chioccia ad un gruppo composto per la maggior parte da giovanissimi.

Che tipo di giocatore è Simas Jasaitis?

Come tutti i giocatori di scuola lituana, è un vero manuale della pallacanestro, con una tecnica che non lascia nulla al caso e vederlo muoversi senza palla, per liberarsi dai blocchi e smarcarsi, è una gioia per tutti gli amanti di quel basket, dove la tecnica conta più della pura forza fisica. Tiratore eccellente da tre punti, dove spesso ha tenuto una media stagionale vicino al 45%, può fare canestro in tantissimi modi, non disdegnando neanche l’avvicinamento al ferro, dove all’occorrenza può giocare qualche minuto anche da ala grande, dando una bella mano pure a rimbalzo, soprattutto quello difensivo. Difesa che certamente non è il suo marchio di fabbrica, ma dove, col passare degli anni, ha imparato tutti i trucchi per compensare un dinamismo minore a quello di inizio carriera, con quelle furbizie che spesso fanno la differenza. Non è male neanche la sua percentuale dalla lunetta (85%), anche, se per il suo tipo di gioco, non è uno che subisce troppi falli, ma a Pesaro dovrà essere il tiratore designato, quello in grado di aprire le difese con le sue triple e di giocare una trentina di minuti d’altissima qualità, magari con le spalle coperte da una riserva più duttile dal punto di vista tecnico, come potrebbe essere lo stesso Jevhon Shepherd, che potrebbe essere anche preso in considerazione come ala piccola uscente dalla panchina.

Con Jasaitis, la Consultinvest si è assicurata uno dei migliori giocatori in quel ruolo, nel rapporto qualità-prezzo, anche se naturalmente bisognerà fare attenzione al suo stato fisico, con i problemi alla schiena da tenere sotto controllo, ma il suo arrivo è il primo vero segnale del rinnovamento che si vuol dare alla nuova Victoria Libertas, fresca di compleanno per i suoi primi settant’anni, ma desiderosa di ritrovare il ruolo che le compete in ambito nazionale, lasciando finalmente gli ultimissimi posti, per ritrovare almeno quella metà classifica che farebbe dormire a tutti i suoi tifosi, sonni più tranquilli.

Ma Jasaitis non sarà il solo giocatore di primissima fascia che arriverà in casa Vuelle che, una volta virato verso il 3+4+5, ha deciso di far scattare il piano B, quello che prevede sette nuovi arrivi, con un quintetto di tutto rispetto, che avrà il suo costo economico, e una panchina magari più modesta, ma dalla quale usciranno in ogni caso due stranieri e due italiani di discreta qualità, come Gazzotti e Ceron.

Così, al ritmo di un annuncio al giorno, prosegue la campagna acquisti della Consultinvest, che dopo Jarrod Jones, Ceron e Jasaitis, si appresta a firmare play e guardia americani titolari, con Bucchi e Cioppi che nelle Summer League, cercheranno di concretizzare tutte le telefonate e le mail effettuate in queste ultime settimane, parlando a quattr’occhi con i giocatori e i loro procuratori, anche se non aspettiamoci che la nuova Vuelle sia costruita interamente da giocatori provenienti da queste Summer Leagues come negli anni passati, perché di rookie ne dovremmo vederne stavolta uno o al massimo due.

CONSULTINVEST 2016-17

TITOLARI PANCHINA

PLAYMAKER xxx (straniero) xxx (straniero)

GUARDIA xxx (straniero) CERON (italiano)

ALA PICCOLA JASAITIS (comunitario)  xxx (italiano)

ALA GRANDE xxx (straniero) GAZZOTTI

CENTRO xxx (straniero) JONES (comunitario)

ALLENATORE PIERO BUCCHI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>