Gp d’Inghilterra: vola Hamilton, Ferrari ancora lontane

di 

9 luglio 2016

SILVERSTONE (Inghilterra) – Lewis Hamilton vola nelle qualifiche del G.P. d’Inghilterra davanti al suo pubblico sul circuito di Silverstone , il campione in carica dopo le polemiche della scorsa settimana in Austria, lancia la sfida al compagno e sempre più nemico Rosberg con una prestazione eccezionale.

Una superiorità netta con due prestazioni sul giro monstre, infatti dopo il primo giro record, i commissari hanno tolto il tempo al campione 2015, reo di aver superato la linea bianca alla mitica curva Copse, per tutta risposta Hamilton ha nuovamente migliorato e per gli altri Rosberg in primis sono rimaste le classiche ” briciole”. Ottima performance della Red Bull che monopolizza la seconda fila con il “baby terribile”  Verstappen che ancora una volta supera il compagno Ricciardo.

Adesso parliamo della Ferrari, Raikkonen ormai quasi certo di riconferma, stacca un onorevole quinto posto, onorevole perché allo stato  attuale francamente in qualifica pare che la Rossa  non possa pretendere di più.  Considerazione che viene confermata anche dalla prestazione di Vettel, sesto ma retrocesso per la gara di cinque posizioni causa la sostituzione del cambio nelle libere di ieri.Una stagione fin qui da dimenticare per il quattro volte iridato, che dopo il debutto in rosso dello scorso anno, piu che positivo in relazione al mezzo di cui disponeva, sembra essere caduto nella sindrome “Alonso”,ovvero tanto impegno che sfocia solo in delusioni, anche se onestamente  non tutti i demeriti sono i suoi.Vedremo domani se dietro al solito monologo annunciato delle Mercedes, chi fra Red Bull e Ferrari sarà in grado di vincere la gara “degli altri”, un gran premio quest’ultimo al quale partecipano anche gli altri della top ten, Bottas che occupa la sesta posizione “lasciata ” da Vettel, Hulkenberg, Sainz, Alonso e Perez, tutti speranzosi dato che si corre in Inghilterra, che una sorta di “brexit” colpisca  la Mercedes. Sky alle 14 e replica Rai alle  18.45.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>