La solita Ferrari deludente: in Inghilterra domina Hamilton, grande Verstappen

di 

10 luglio 2016

SILVERSTONE (Inghilterra) – Lewis Hamilton semplicemente disarmante, non si può commentare in altro modo la cavalcata vittoriosa del campione in carica che domina nella gara di casa e avvicina in classifica il compagno e rivale Rosberg, il quale oggi ha dovuto lottare con un grande Max Verstappen, che di gara in gara da rivelazione si conferma sempre più certezza. E forse nelle prossime ore la classifica potrebbe premiare “baby” Max, riconsegnandogli il secondo posto che aveva conquistato ai danni di Rosberg con un sorpasso che ormai possiamo definire dei “suoi”.

Infatti Rosberg negli ultimi giri, dopo aver ripassato Verstappen in crisi con le gomme, è stato “consigliato” dal box su un problema al cambio cosa come sappiamo vietata, vedremo quale sarà la decisione dei commissari, che possono avere in mano in un certo senso il destino del mondiale.

La pioggia all’inizio ha regalato incertezza ed imprevedibilità, condizioni che la Ferrari ha provato a sfruttare per ridurre il gap ormai “cronico” dalle Mercedes ed adesso anche dalle Red Bull, con l’aggiunta di Force India e Toro Rosso spesso negli ultimi gran premi davanti alla Ferrari come è accaduto anche oggi in Inghilterra. Come detto la Ferrari ha provato con una strategia anticipata nel passaggio tra le coperture da bagnato alle intermedie a giocare il jolly, operazione che pareva riuscita, purtroppo poi vanificata dal successivo regime di vitual safety car che ha permesso agli altri di rientrare ai box senza perdere tempo.

Così Raikkonen continua a fare il “primo” pilota della Rossa con un quinto posto, che resta comunque un risultato poco brillante, permettendo comunque al finlandese di installarsi al terzo posto in solitario nella classifica piloti. Mentre Vettel continua a dimostrare una certa confusione mentale, ed una incostanza non da lui, in più come è accaduto oggi con Massa, il tedesco è preda anche di un certo nervosismo, che gli è costato cinque secondi di penalità, ed un paio di dritti. L’unico punto sul quale possiamo accomunare la Ferrari alla Mercedes è l’aggettivo usato sopra per commentare la vittoria di Hamilton, ovvero disarmante, si perché ormai come non ci sono più aggettivi per commentare le prestazioni della Mercedes e non ci sono più per descrivere la delusione in quelle della Ferrari. Pensiamo che a questo punto onestamente per rispetto dei tanti fans sofferenti della Rossa, Arrivabene o chi per lui devono ufficialmente dichiarare che il progetto SF16 H ha più problemi che pregi, senza più appellarsi a sfortune o condizioni esterne, rassicurando tutti con il classico: “il campionato è ancora lungo”, una beffa nella beffa per i tifosi della Rossa.

Per il resto la classifica del G.P. d’Inghilterra, detto dell’eccezionale Verstappen, vede Ricciardo quarto davanti a Raikkonen, che precede le due Force India, con Perez ancora davanti a Hulkenberg , poi un sempre positivo Sainz jr, ottavo con la Toro Rosso, nono il deludente e penalizzato Vettel, chiude la top ten il russo Kvyat con la seconda Toro Rosso.

ORDINE D’ARRIVO G.P.D’INGHILTERRA

  1. HAMILTON-MERCEDES
  2. ROSBERG – MERCEDES ( SUB-JUDICE)
  3. VERSTAPPEN-RED BULL
  4. RICCIARDO-RED BULL
  5. RAIKKONEN-FERRARI
  6. PEREZ- FORCE INDIA
  7. HULKENBERG-FORCE INDIA
  8. SAINZ-TORO ROSSO
  9. VETTEL-FERRARI
  10. KVYAT-TORO ROSSO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>