Tragedia al largo di Pesaro: 16enne muore davanti la piattaforma petrolifera

di 

11 luglio 2016

PESARO – Nel pomeriggio di ieri la sala operativa della capitaneria di porto di Pesaro ha ricevuto una chiamata di soccorso via radio da parte di una unità da diporto che si trovava a circa 13 miglia dalla costa, con cinque membri di equipaggio, proveniente dal porto di Rimini: un ragazzo che stava facendo delle immersioni non riemergeva dall’acqua, nel tratto vicino alla piattaforma petrolifera.

Immediatamente scattavano le operazioni di ricerca e soccorso con il pronto intervento della Motovedetta S.A.R. CP 872 della capitaneria di porto di Pesaro, con a bordo una squadra di operatori O.P.S.A. della croce rossa italiana.

Giunti in zona, l’unità veniva presto localizzata ed effettuato il trasbordo sulla motovedetta del giovane nuotatore, che nel frattempo era stato recuperato a bordo dell’unità da diporto dai suoi familiari.

Il ragazzo, 16enne residente a Rimini, veniva quindi trasportato al porto di Pesaro e poi in ospedale da un’ambulanza del 118 chiamata in banchina. Nonostante tutti gli sforzi compiuti dai soccorritori, il giovane è morto per cause ed in circostanze tuttora in corso di accertamento da parte della guardia costiera sotto il coordinamento dell’autorità giudiziaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>