Cna Costruzioni sullo stop alla ristrutturazione della piazza di Fermignano: “I Comuni favoriscano le imprese del territorio”

di 

13 luglio 2016

FERMIGNANO – Sulla vicenda del rifacimento della Piazza di Fermignano ed il conseguente stop ai lavori di ristrutturazione, interviene CNA Costruzioni. “L’episodio di fermo lavori, dovuto al fatto che la ditta appaltatrice dei lavori proveniente da fuori provincia sia entrata in concordato preventivo a lavori appena assegnati, evidenzia ancora una volta l’ormai annoso problema dell’affidamento degli appalti pubblici e della garanzia sui lavori”.

Fausto Baldarelli

Fausto Baldarelli – Cna

Per Fausto Baldarelli, responsabile provinciale CNA Costruzioni, “è importante, ora più che mai, invitare alle gare d’appalto comunali le imprese del territorio. Soprattutto ora che il Decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016 lo prevede espressamente”.

Per il responsabile CNA “Affidare appalti pubblici ad imprese locali significa non solo dare lavoro ad aziende sane, garantire occupazione e far rimanere ricchezza sul territorio ma avere la garanzia che le opere oggetto d’appalto vengano realizzate a regola d’arte e nei tempi stabiliti. Questo perché ne va del buon nome e dell’onorabilità di una azienda che in quel comune vive e lavora”.

“Per questo – conclude Baldarelli – rivolgiamo ancora una volta un forte appello alle amministrazioni locali affinché possano affidare appalti pubblici inferiori ai 150mila euro di importo ad imprese del territorio”.

Su questo tema la CNA ha organizzato due iniziative. Entrambe si sono tenute nei giorni scorsi a Cagli e ad Urbania. Si è trattato di seminari tecnici riservati ad imprese locali circa le nuove normative sugli appalti pubblici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>