Juan Diego Florez cittadino onorario di Pesaro. Il 25 luglio il riconoscimento al grande interprete di Rossini

di 

19 luglio 2016

PESARO – «Juan Diego Flórez sarà cittadino onorario di Pesaro», dice Matteo Ricci uscendo dalla giunta comunale. Approvata all’unanimità, la delibera del sindaco è ora attesa in consiglio comunale nella seduta del 25 luglio. Con questa motivazione: «Flórez è nato artisticamente al Rossini Opera Festival. E’ considerato il maggiore interprete di Rossini nel mondo e ha partecipato a 16 edizioni della manifestazione, con 22 esibizioni complessive. Un privilegio che nessun altro teatro può vantare». Non solo: «Ha dato un contributo decisivo all’affermazione internazionale del Rof. E ha costruito a Pesaro la sua casa italiana, dove risiede abitualmente».

Juan Diego Florez a Londra

Juan Diego Florez

L’ASCESA – La consacrazione del tenore nato a Lima si lega all’edizione ’96 del Rossini Opera Festival: Flórez, all’epoca 23enne e scritturato per un ruolo marginale su Ricciardo e Zoraide, sostituì poi alla grande il titolato e ammalato Bruce Ford nella Matilde di Shabran. Provava il ruolo principale di Corradino al buio, senza conoscere la parte. Ma alla fine il debutto impressionò e coincise con l’inizio della sua carriera. Un aspetto evidenziato dal sovrintendente Gianfranco Mariotti, che lo scorso settembre lanciò al sindaco l’idea della cittadinanza onoraria: «Nell’edizione 2016, per festeggiare il ventennale di quello spettacolo, abbiamo programmato un grande concerto conclusivo. Flórez canterà brani da tutte le opere interpretate a Pesaro: in quell’occasione potrebbe essere conferito pubblicamente il riconoscimento».

IL PRECEDENTE – Un assist raccolto dal sindaco e dal vicesindaco Daniele Vimini:«Si sposa perfettamente con il nostro disegno di ‘città della musica’. Siamo orgogliosi: Flórez sarà un testimonial incredibile». Il precedente con analogie risale al Ferragosto 1986: Luciano Pavarotti, casa sul San Bartolo, riceve in piazza del Popolo l’onorificenza e le chiavi della città in piazza del Popolo dal sindaco dell’epoca Giorgio Tornati, nel corso di un concerto targato Rof.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>