“Il plauso della città” ai Ranocchi UTA. Il Comune premia le straordinarie gesta del football americano nostrano

di 

23 luglio 2016

PESARO – Angeli e Titani… un binomio fantastico. Almeno per quanto riguarda il football americano. Mai come in questo caso, “l’unione ha fatto la forza”. E proprio l’unione tra Angels Pesaro e Titans Forlì – divenuti UTA –, ha consentito l’approdo del team in serie A1. Questa mattina, l’assessore allo Sport Mila Della Dora ha consegnato attestati di plauso e gratitudine ad atleti e dirigenti della squadra pesarese.

Il plauso della città ai Ranocchi UTA protagonisti di una stagione sportiva senza sconfitte che si è conclusa con il raggiungimento della prestigiosa e ambìta serie A1, portando in alto i valori dello sport, onorando la città di Pesaro”: questa la motivazione per la squadra.

E il “plauso” è andato anche ai dirigenti – gli “angeli custodi” degli Angels Pesaro – Gilberto Paci, Roberto Boccioletti e Gianfranco Angeloni che “con grande impegno e passione hanno contribuito alla crescita nella città del football americano con gli ‘Angels Pesaro’ e al raggiungimento della prestigiosa promozione in serie A1 con i ‘Ranocchi UTA’”. Il “ringraziamento della città” è andato invece agli atleti Massimiliano Catellani e Alberto Calbucciper aver contribuito con grande impegno e passione, nella loro lunga carriera sportiva, alla crescita nella città del football americano con gli ‘Angels Pesaro’ e al raggiungimento della prestigiosa promozione in serie A1 con i ‘Ranocchi UTA’ , portando in alto i valori dello sport”. In sala Rossa, i due presidenti dei Ranocchi UTA – Fabbri e Fiordoro – hanno portato anche la prestigiosa coppa della promozione e donato gagliardetti e la maglia della “perfect season”.

 

Il "plauso della città" ai Ranocchi Uta

Il “plauso della città” ai Ranocchi Uta

Angels Pesaro, la storia degli ultimi 10 anni

Dalla serie B alla serie A1, in dieci anni. Era il 2006 quando il presidente Frank Fabbri riaprì la società pesarese, dopo il
fallimento che aveva cancellato il football americano dalla mappa degli
sport cittadini.

Dunque, si è ripartiti dalla serie B. Ma subito dopo è arrivata la prima promozione. Dall’anno successivo gli Angels Pesaro disputano il campionato di serie A2, raggiungendo spesso anche i playoff, ma senza mai riuscire a fare il salto nella serie maggiore.

Infine, quest’anno, da un’intuizione di Frank Fabbri e Fabio Fiordoro (presidente dei Titans Forlì), è scaturita una collaborazione fra le prime
squadre che si mettono insieme e diventano UTA (Uta, ovvero United Titans Angels) e
diventano fortissimi. Gli UTA disputano la cosiddetta
“perfect season”, dalla prima giornata fino al Superbowl di Cesena dello
scorso 9 luglio, dove, battendo i Barbari Roma, riescono a raggiungere la massima serie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>