Mercato Consultinvest: c’è anche l’idea Travis Trice

di 

23 luglio 2016

PESARO – Forse sarà per il caldo afoso di questi giorni, ma il mercato della Consultinvest ci ricorda Icaro, quello che voleva avvicinarsi al sole, finendo inesorabilmente per tornare a terra con le ali bruciate. Perché la Vuelle, dopo aver volato basso negli ultimi quattro anni, in quella stratosfera dove veleggiavano giocatori di bassa fascia, nella quale la concorrenza non era tantissima e si poteva tranquillamente batterla anche con i pochi mezzi a disposizione, si è trovata finalmente con qualche soldo in più in tasca e ha deciso giustamente di provare a volare nella mesosfera. Una specie di terra di mezzo, dove sostano quei giocatori in bilico tra Nba e Europa. Quelli che sperano ancora di firmare un garantito con una franchigia americana, ma che rischiano il 28 ottobre, ultimo giorno dei tagli Nba, di ritrovarsi senza squadra e senza contratto.

Travis Trice

Travis Trice

Ma naturalmente Pesaro non può aspettare altri tre mesi per il suo nuovo playmaker e la sua nuova ala grande e al massimo entro il mese di luglio, dovrà concretizzare tutte le trattative portate avanti a Las Vegas da Piero Bucchi e Stefano Cioppi, che per una volta ha potuto aprire quel file nel suo tablet che teneva chiuso da quattro anni. Quello dei giocatori con un costo annuo compreso tra i 100 e i 150mila dollari. Quelli che ormai sono una vera rarità nel nostro campionato, sempre più pieno di rookies di belle speranze, come si può constatare dagli ultimi arrivi nelle squadre di fascia media.

Ed è proprio nella fascia media che la nuova Consultinvest spera di arrivare, inserendo nel proprio roster quel playmaker da 15-18 punti nelle mani ogni sera, che è una priorità negli obiettivi di coach Bucchi e l’identikit del nuovo regista biancorosso è ormai noto da tempo: 25-26 anni, fisico possente e veloce, con un paio d’anni d’esperienza Nba, mentre per il secondo della lista è già circolato il nome di Travis Trice. Atleta con un anno d’esperienza in D-League, avendo solo sfiorato la Nba, mentre quello in cima alla lista dei desideri, sarebbe uno dei giocatori più intriganti arrivati a Pesaro nell’ultimo decennio, per la sue doti tecniche e la sua leadership. Ma come si diceva prima, più voli in alto e più rischi di rimanere scottato, da una concorrenza che non riguarda solamente la Nba, ma anche altri campionati internazionali, perché se decidesse di sbarcare in Italia, sarebbe Pesaro la sua unica scelta. Così si dovrà aspettare qualche altro giorno, perché la scelta del play blocca tutto il mercato della Consultinvest, considerando che tra il numero uno e il numero della lista ci sono circa trentamila euro di differenza per l’ingaggio.

Soldi che serviranno anche nella scelta della nuova ala grande, per la quale la Vuelle si è già scottata con C.J. Fair, giocatore che avrebbe fatto veramente la differenza, ma che ha firmato oggi con il Limoges, con la clausola Nba Escape da far scattare eventualmente entro il primo agosto. Mentre la situazione attuale biancorossa è simile a quella del play, con due giocatori in cima alla lista, uno americano, uno con passaporto Cotonou, ma anche il suo ingaggio è in stand-by, fino alla prossima settimana, quando per forza di cose si dovrà sbloccare la situazione del regista. E il play e il centro di riserva che fine hanno fatto? Sono sempre lì, in attesa di sapere di quale nazionalità dovranno essere, ma per questi due giocatori si tornerà a scendere nella stratosfera. In quella fascia dove veleggiano i giocatori da 50-60 mila dollari e per i quali la concorrenza non è così agguerrita e la possibilità di scelta è molto più ampia. Anche se poi, il play di riserva sarà il nigeriano, con passaporto britannico, Ogo Adegboye e il centro di riserva sarà il camerunense Landry Nnoko, non dovete rimanere sorpresi.

Piero Bucchi con Stefano Cioppi e Ario Costa (ph. Luca Toni)

Piero Bucchi con Stefano Cioppi e Ario Costa (ph. Luca Toni)

Nel frattempo, il mercato è in ebollizione, con le squadre che sono state estromesse dall’Eurocup – Trento, Cantù e Reggio Emilia – costrette a fare un passo indietro, colpa di una Federazione Italiana che si è arresa di fronte alla Fiba e di conseguenza ha visto scendere il suo valore in campo europeo, basta vedere chi parteciperà alle varie coppe Europee, dove la sola Milano è rimasta immune, almeno per quest’anno, con l’Armani che verrà ricoperta di soldi dall’Eurolega, mentre per trovare altre formazioni italiane impegnate in Europa, bisogna spulciare la lista delle partecipanti alla Fiba Champions League. Che di “champions” non ha molto, con Avellino e Venezia inserite in prima fascia, mentre Varese e Sassari – rientrata dalla porta di servizio – dovranno addirittura passare per i qualifing round, con il rischio di scivolare nella Fiba Europe Cup, in caso di sconfitta. E se vogliamo, la vera bella notizia della settimana, è quella che la Vuelle non parteciperà a nessuna Coppa. Perché spendere soldi e tempo in una manifestazione che nessuna tv trasmette e della quale nessun quotidiano pubblica i risultati, non sarebbe stata una gran mossa, poi magari l’anno prossimo se ne potrà riparlare, anche in base ai risultati raggiunti dalla Consultinvest nella prossima stagione, ma per adesso, è doveroso concentrarsi solamente sul campionato.

Si respira insomma finalmente un’aria più tranquilla in casa Vuelle, che ha consolidato tutto il suo organico, dai vice Umberto Badioli e Spiro Leka, allo staff sanitario, confermato in toto, così come il preparatore atletico Roberto Venerandi. Unica “new entry”, se così si può dire, è quella di Fabrizio Panzavolta, nominato team manager, dopo aver ricoperto il ruolo di addetto degli arbitri nelle ultime due stagioni. “Panza”, da sempre presente nella pallacanestro pesarese, prima come discreto giocatore nelle minors, poi come semplice appassionato, alleggerirà il lavoro del dinamico duo Costa-Cioppi e aiuterà i nuovi giocatori nel loro inserimento in città, dando magari anche qualche consiglio per gli acquisti, per una Vuelle che entro la fine della prossima settimana dovrebbe aver finalmente completato il proprio roster.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>