Bioeuropa 2016: il futuro dell’agricoltura passa qui… cioè da Isola del Piano

di 

26 luglio 2016

Bioeuropa 2016ISOLA DEL PIANO Giunto alla sua 19esima edizione, il convegno BIOEUROPA, istituito da Gino Girolomoni, profeta del biologico fin dal 1977, sarà ancora una volta l’occasione per analizzare l’attuale situazione in Italia del settore dell’agricoltura biologica e soprattutto per “scrutare l’orizzonte” e provare ad immaginare e progettare il futuro dei prossimi anni, valutando opportunità e possibili minacce.

L’appuntamento, fissato per il prossimo 30 luglio, si svolgerà presso la Cooperativa Gino Girolomoni a pochi passi dall’antico Monastero di Montebello. Si incontreranno agricoltori biologici, operatori del settore, politici e amministratori, ma anche giornalisti, consumatori e personaggi di spicco nell’ambito della cultura e dell’economia.

Il convegno, organizzato quest’anno dalla Cooperativa Montebello, si pone l’obiettivo di focalizzare l’attenzione dei partecipanti sull’importanza di un intervento politico per sostenere la creazione di filiere e distretti biologici di qualità, sostenendo politicamente il rafforzamento del Coordinamento dell’Alleanza delle Cooperative Italiane – Settore biologico quale riferimento nazionale per le politiche a sostegno dello sviluppo dell’agricoltura biologica.

Ci troviamo infatti davanti a una crescita importante del settore – sottolinea Francesco Torriani, Presidente Consorzio Marche Biologiche e Vice coordinatore dell’Alleanza delle Cooperative italiane –  che da “nicchia” si è trasformato in “comparto”, offrendo maggiori opportunità ai produttori (singoli e associati), ma al tempo stesso evidenziando una serie di lacune, soprattutto sul piano organizzativo ed economico”.

È diventato quindi necessario porre un argine alla deriva “convenzionalista” dell’agricoltura biologica che rischia di snaturarne il vero significato e che non tiene in considerazione, oltre agli aspetti puramente agronomici, anche la necessità di operare in modo ecosostenibile sul territorio.

Occorre, quindi, sostenere un modello agricolo che metta al centro il binomio agricoltura e cultura, che ci permetta di “ripartire dai fondamentali” per ridare futuro alle nostre comunità, per sviluppare una nuova “governance locale” capace di integrare le diverse politiche che hanno incidenza sul territorio, da quelle appunto agricole a quelle culturali, passando per quelle turistiche, economiche e sociali. In pratica occorre creare le condizioni politiche in grado di sostenere la nascita e la crescita di filiere produttive e di distretti agroalimentare di qualità biologici, (filiere e distretti “colti”) che sappiano riportare nel territorio le ricadute positive frutto derivanti dalla crescita del comparto dell’agricoltura biologica.

L’appuntamento di BIOEUROPA 2016 sarà quindi l’occasione per condividere questa proposta e costruire un terreno amicale di consenso politico e offrire la possibilità di esprimere il proprio parere ai produttori, amministratori e politici.

Al termine del convegno tutti i partecipanti saranno invitati a un buffet preparato con i prodotti biologici Girolomoni.

Per informazioni:

Montebello Cooperativa Agrobiologica
tel. 0721-720221
e-mail: segreteria@montebellobio.it

Gino Girolomoni Cooperativa Agricola

La storia della Gino Girolomoni Cooperativa Agricola® inizia nel 1971, quando Gino Girolomoni, giovane sindaco del comune di Isola del Piano (PU), cominciò a promuovere iniziative volte a valorizzare e sostenere l’antica civiltà contadina. Queste prime esperienze furono alla base della nascita, nel 1977, della Cooperativa Alce Nero, di cui verrà ceduto il marchio circa 25 anni dopo, diventando Montebello®. In seguito alla scomparsa del suo fondatore, avvenuta nel marzo del 2012, il marchio Montebello® cede il passo al marchio Girolomoni®. Con i suoi 100 agricoltori, trentasette dipendenti e con i gli oltre 10 milioni di fatturato (anno 2014), la cooperativa Gino Girolomoni ha contribuito in modo sostanziale allo sviluppo del biologico in Italia e rappresenta, oggi, uno dei punti di riferimento più importanti del panorama del biologico del nostro Paese.

IL PROGRAMMA BIOEUROPA 2016

Ore 9.30 Apertura dei lavori

Pierfrancesco Fattori
Presidente Montebello Cooperativa Agrobiologica
Giovanni B. Girolomoni
Presidente Gino Girolomoni Cooperativa Agricola
Giuseppe Paolini
Sindaco di Isola del Piano (Pu)

Ore 9.45 Relazioni

Piano Strategico Nazionale per l’Agricoltura Biologica
Francesco Giardina – Mipaaf
Filiere Agroalimentari di Qualità – PSR Marche 2014/2020
Lorenzo Bisogni – Servizio Agricoltura della Regione Marche
Contratti Nazionali di Filiera e di Distretto
Federica Luzi – Responsabile settore agricolo e servizi seminativi biologico dell’Alleanza Cooperative Italiane
Il credito in agricoltura biologica
Attilio Picchi – Iccrea

Ore 12.00 Tavola Rotonda

Alessandra Terrosi
Commissione agricoltura della Camera dei Deputati – relatrice della proposta di legge “Nuova legge nazionale per lo sviluppo e la competitività dell’agricoltura biologica”
Anna Casini
Vice Presidente e Assessore all’Agricoltura della Regione Marche
Luca Bianchi
Capo Dipartimento politiche competitive, della qualità agroalimentare e della pesca del Mipaaf
Giorgio Mercuri
Presidente Alleanza delle Cooperative Italiane Agroalimentare
Francesco Torriani
Presidente Consorzio Marche Biologiche e Vice Coordinatore del settore biologico dell’Alleanza delle Cooperative Italiane

Coordina
Lorenzo Tosi
Giornalista di Terra e Vita

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>